‘Ndrangheta, colpito clan Muto: 58 arresti. Coinvolti politici e funzionari

 ‘Ndrangheta, colpito clan Muto: 58 arresti. Coinvolti politici e funzionari
Il Mattino, Martedì 19 Luglio 2016

‘Ndrangheta, colpito clan Muto: 58 arresti. Coinvolti politici e funzionari

I carabinieri del Ros e del comando provinciale di Cosenza hanno eseguito nelle province di Cosenza, Salerno e altre un’ordinanza di custodia cautelare emessa su richiesta della Dda di Catanzaro nei confronti di 58 persone indagate per associazione mafiosa, traffico di stupefacenti, estorsione e rapina.

Al centro delle indagini del Ros una delle più pericolose e violente cosche della ‘ndrangheta con a capo Francesco Muto di Cetraro, chiamato «il re del pesce» per avere monopolizzato per oltre trent’anni le risorse economiche del territorio curando fino al dettaglio la commercializzazione dei prodotti ittici in un’area a forte impatto turistico, dei servizi di lavanderia industriale delle strutture alberghiere e della vigilanza nei locali d’intrattenimento della fascia tirrenica cosentina e del basso Cilento.

È stato documentato inoltre un importante traffico di stupefacenti che inondava di cocaina, hashish e marijuana le principali località balneari della costa tirrenica calabrese. Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati beni per 7 mln di euro.

Ma soprattutto è emerso che politici e funzionari dell’agenzia delle Entrate erano in contatto con alcuni dei soggetti coinvolti nelle indagini di Polizia e Dia sulle cosche della ‘ ndrangheta operanti nel Nord Italia. Secondo quanto accertato dalle indagini, alcuni degli arrestati erano in contatto con »politici locali, regionali e nazionali di Reggio Calabria« e con »funzionari dell’Agenzia delle Entrate e della Commissione Tributaria« sempre della provincia di Reggio.

Archivi