Ndrangheta, blitz contro i vertici: 5 in manette “Davano gli ordini e trattavano con la politica” Chiesto l’arresto del senatore Stefano Caridi (Gal)

Ndrangheta, blitz contro i vertici: 5 in manette “Davano gli ordini e trattavano con la politica” Chiesto l’arresto del senatore Stefano Caridi (Gal)

La Stampa, Venerdì 15 Luglio 2016

ndrangheta, blitz contro i vertici: 5 in manette “Davano gli ordini e trattavano con la politica” Chiesto l’arresto del senatore Stefano Caridi (Gal)
Operazione dei Ros contro la “struttura segreta che dettava le linee strategiche”

di guido ruotolo

Individuata dai carabinieri quella che viene definita la «struttura segreta di vertice della `ndrangheta in grado di dettare le linee strategiche» di tutta l’organizzazione e di «interagire sistematicamente e riservatamente con gli ambienti politici, istituzionali ed imprenditoriali»: cinque gli arresti, eseguiti dai carabinieri del Ros e da quelli di Reggio Calabria. In manette sono finiti Paolo Romeo, Alberto Sarra, Giorgio De Stefano, Francesco Chirico e il senatore Stefano Caridi (Grandi Autonomie e Libertà), per il quale bisognerà attendere l’autorizzazione del Senato.

L’ordinanza di custodia cautelare, eseguita stamani dai carabinieri, è stata emessa su richiesta della procura distrettuale antimafia di Reggio Calabria: i cinque destinatari del provvedimento sono tutti accusati di associazione mafiosa.

L’indagine del Ros ha dunque scoperto la «struttura segreta di vertice» della `Ndrangheta che dava le direttive a tutta l’organizzazione e teneva contatti di «alto livello», nei vari ambienti, «al fine di infiltrarli ed asservirli – affermano gli investigatori – ai propri interessi criminali».

I dettagli dell’operazione – anche con riferimento agli appuntamenti elettorali che sarebbero stati condizionati dalla `cupola´ – saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle 10.30 presso il comando provinciale dei carabinieri di Reggio Calabria.

Archivi