Napoli, il nuovo business dei clan al Vomero: scommesse clandestine ​sui tornei di padel

Il Mattino

Napoli, il nuovo business dei clan al Vomero: scommesse clandestine ​sui tornei di padel

Lunedì 29 Agosto 2022 di Giuseppe Crimaldi

Il Vomero nel mirino della criminalità: fa quadrato la società civile, e la proposta di una manifestazione pubblica per riaccendere i riflettori sul tema sicurezza, lanciato ieri da Gennaro Capodanno comincia a trovare le prime adesioni. Si muove la società civile, mentre aumentano le segnalazioni e gli allarmi su una situazione che sembra non lasciare immaginare nulla di buono. Cesare Foà, presidente di Advunite e rappresentante di Aidit Campania Federturismo, parteciperà all’iniziativa lanciata dal presidente del Comitato Valori Collinari. 

«Qui siamo alla commedia dell’assurdo – denuncia un noto professionista vomerese, da sempre attento alle trasformazioni che la zona collinare è costretta a subìre – Proprio qui dove abito, nella zona del Vomero “vecchio”, da un anno a questa parte noto la presenza di soggetti ben noti anche alle forze dell’ordine che appaiono come colpiti da improvviso benessere. Ostentano un lusso che probabilmente non sarebbero mai in grado di dimostrare: guidano auto esclusive, acquistano ville a Posillipo e a via Tasso. Dove sono i controlli? Un tempo bastava la presenza del poliziotto di quartiere, o della storica figura del maresciallo di zona, i quali avevano occhi per vedere e orecchie per ascoltare. Scomparsi». 

Da più parti arrivano altre notizie inquietanti. Come quella di un gruppo di delinquenti che avrebbe fatto del Vomero il crocevia di un nuovo sistema illecito di scommesse clandestine: ma oggi, più che sulle partite di calcio, qui si scommette addirittura sui tornei di padel. Dietro quelle partite, a quanto pare, c’è chi farebbe girare scommesse a tre zeri. 

Nei fondi carsici che fanno scorrere le acque più nere dell’illegalità, tra il Vomero e l’Arenella, oltre alla droga e all’usura c’è anche il riciclaggio. «Dalla crisi dei fitti dei locali commerciali all’emergenza energetica – denuncia Enzo Perrotta, presidente del Centro Commerciale Vomero-Arenella e storico rappresentante dell’area collinare – Da sei mesi qui si susseguono seganli a dir poco inquietanti che ricadono sulla pelle delle persone oneste. Su questa situazione si innesta l’assalto della criminalità organizzata, che trova un’autostrada libera per i suoi affari. Sul riciclaggio che continua a imperversare al Vomero non si registra alcuna attenzione investigativa. Dispiace doverlo dire, ma qui nessuno si interessa di ciò che sta succedendo, a cominciare dalle aste immobiliari, dove ci viene segnalato più di un episodio preoccupante, anche con la complicità di qualche colletto bianco». 

Ma sulla questione sicurezza nei quartieri di Vomero e Arenella resta alta anche l’attenzione delle istituzioni. A cominciare dalla Quinta Municipalità: la presidente della terza Commissione Consiliare, Nunzia Di Savino, ha convocato per domani mattina una riunione che ha al secondo punto dell’ordine del giorno l’argomento “Legalità: criticità da attenzionare al tavolo di osservazione”. Sulle criticità e sui potenziali rischi legati all’ondata di violenze nella zona collinare la presidente del “parlamentino” Clementina Cozzolino resta vigile e attenta. 

Fonte:https://www.ilmattino.it/napoli/cronaca/napoli_vomero_camorra_scommesse_clandestine_tornei_di_padel-6896726.html

Archivi