Napoli e provincia sono una polveriera, come in guerra: 3 stese, un omicidio e ritrovate armi

Napoli e provincia sono una polveriera, come in guerra: 3 stese, un omicidio e ritrovate armi

Di Antonio Mangione

3 Marzo 2022

Stese, omicidi, ritrovamenti di armi: non è il bilancio della guerra in Ucraina ma quanto accaduto nelle ultime 24 ore tra Napoli e provincia, dove da anni si combatte un conflitto che ha fatto decine di vittime, spesso anche innocenti.

Il ritrovamento delle armi

Armi ritrovate in due blitz della polizia tra Pianura e Secondigliano. A Pianura sequestrata una pistola con munizionamento.  Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Pianura hanno effettuato un controllo in uno stabile di via Claude Monet dove hanno rinvenuto, in una busta all’interno di un incavo ricavato nel muro di una rampa di scale, una pistola cal 9×21 con 14 cartucce dello stesso calibro.

Secondigliano: rinvenute 3 pistole a salve.

Gli agenti del Commissariato Secondigliano, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Barbiere di Siviglia hanno notato,  in prossimità di alcuni box di un edificio, un uomo che, alla loro vista, si è allontanato frettolosamente.

I poliziotti hanno effettuato un controllo e, sotto un pannello di legno tra alcuni cumuli di materiale di risulta all’interno di due diverse custodie, hanno rinvenuto una pistola cal. 9 e una pistola cal. 8, entrambe a salve e prive del tappo rosso, mentre, in un vano contatori dello stabile, hanno trovato un’altra pistola a salve cal.8 anch’essa priva del tappo rosso.

Omicidio a Casoria

Un uomo, Vincenzo Cerqua di 35 anni, già noto alle forze dell’ordine per reati di droga, è stato ucciso ieri sera a Casoria, nel Napoletano. Il cadavere di Cerqua è stato trovato  fa all’interno della sua autovettura in via Gaetano Pelella. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri, che hanno trovato cinque bossoli calibro 45. Ancora da ricostruire la dinamica dell’agguato. Le indagini sono condotte dai militari della compagnia di Casoria assieme a quelli del nucleo investigativo di Castello di Cisterna.

Le stese tra Frattamaggiore e Frattaminore

Doppia sparatoria stasera prima a Frattaminore poi a Frattamaggiore. Raid nelle palazzine di via Rossini dove sono stati esplosi numerosi molti colpi d’arma da fuoco da soggetti a bordo di un’auto che hanno sparato all’impazzata.

La stesa anche a Frattaminore

C’è stata una stesa anche a Frattaminore, in otto su quattro moto di grossa cilindrata avrebbero esploso colpi di pistola in centro. Seguiranno aggiornamenti. Intanto ieri gli agenti del Commissariato di Frattamaggiore, con il supporto del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio a Frattaminore in via Cavalieri di Vittorio Veneto,  via Turati, via Giovanni XXIII,  piazza San Maurizio e piazza Atella.

Nel corso dell’attività sono state identificate 62 persone, di cui 13 con precedenti di polizia, e controllate 10 persone sottoposte agli arresti domiciliari; sono stati altresì controllati 33 veicoli e contestate 4 violazioni del Codice della Strada per mancanza della revisione periodica, velocità non commisurata, per non aver ottemperato all’alt e per mancanza di copertura assicurativa.

Fonte:https://internapoli.it/napoli-e-provincia-sono-una-polveriera-come-in-guerra-3-stese-un-omicidio-e-ritrovate-armi/

 

Archivi