Montagne di soldi spesi a Terracina in questa campagna elettorale. Da dove vengono? Quali “interessi” si nascondono dietro questo colossale dispendio di denaro. Che fanno le forze dell’ordine?

“A TERRACINA MUORE LA DEMOCRAZIA E VINCONO I SOLDI”…
… E LE FORZE DELL’ORDINE STANNO A GUARDARE!…

Ce lo ha detto un amico stamane, commentando quanto è sotto gli occhi di tutti.

Lo abbiamo voluto constatare personalmente, andando a dare un’occhiata a quanto sta avvenendo in merito al problema dell’affissione dei manifesti elettorali.

Ci stanno, in particolare, un paio di candidati che stanno letteralmente coprendo l’intera città di manifesti.

“Per due candidati in particolare girano 24 ore su 24 almeno cinque squadre di persone che coprono tutto -ci ha detto qualche attacchino che abbiamo voluto sentire per “capire” bene quello che sta avvenendo – Dopo mezz’ora che noi abbiamo affisso i manifesti, li troviamo coperti da uno di quei due candidati”.

Fiumi di denaro, senza che venga rispettata alcuna regola, alcun diritto di ognuno.

Vince “chi” ha più soldi.

Così muore una democrazia.

Sono i prodromi di una deriva inquietante che fa accapponare la pelle.

Ma quello che ci inquieta maggiormente è l’inerzia delle istituzioni, delle forze dell’ordine locali, che non intervengono per far rispettare gli spazi elettorali, i diritti degli assegnatari degli spazi, che non vanno a mettere il naso nei patrimoni e nelle movimentazioni finanziarie degli spendaccioni, non vanno a controllare la “fonte” del fiume di denaro che viene speso in questa campagna elettorale e, soprattutto, non vanno ad individuare gli eventuali “ interessi” che si nascondono dietro questo… colossale dispendio di soldi. Uno non impegna montagne di denaro senza aspettarsi in cambio di ricavarne almeno il doppio.

E a Terracina, una delle quattro città pontine indicate dalla Procura Nazionale Antimafia come le più infiltrate dalle mafie, la questione è inquietante, molto inquietante.

Allertiamo il Prefetto di Latina sollecitandolo a sensibilizzare i Comandi Provinciali dei Carabinieri e, soprattutto, della Guardia di Finanza, ma anche la Questura, perché intervengano a Terracina per bloccare immediatamente un processo… che non ci piace perché riteniamo molto, ma molto preoccupante.

“CHI” sta dietro gli spendaccioni? Quale “origine” hanno i soldi che si stanno buttando a chilate?

Archivi