Minacce a cronista di Acerra la solidarietà del sindacato giornalisti.La solidarietà anche dell’Associazione Caponnetto.

Il Mattino, Giovedì 18 Agosto 2016,

Minacce a cronista di Acerra la solidarietà del sindacato giornalisti

«Nino Pannella, cronista del “Roma” da Acerra, è stato minacciato. Gli hanno intimato a chiare lettere di non scrivere più di affari di camorra per non “far dispiacere” i banditi di turno. Sul caso stanno indagando i carabinieri e ci auguriamo che individuino al più presto gli autori delle intimidazioni. Ma le minacce, becere come chi le ha pronunciate, non metteranno il bavaglio a nessuno. Nino, come tanti altri giornalisti minacciati, non è solo». È quanto afferma una nota del Sindacato unitario giornalisti della Campania.

«I pezzi da Acerra continueranno ad essere pubblicati – è scritto ancora nel comunicato – e da oggi porteranno la firma di tanti altri giornalisti, quelle del segretario generale e del presidente della Fnsi, Raffaele Lorusso e Beppe Giulietti, quelle del segretario del Sindacato unitario giornalisti della Campania, Claudio Silvestri, del presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, di Sandro Ruotolo, costretto a vivere sotto scorta e da sempre in prima linea per la libertà di stampa, del consigliere nazionale della Fnsi Gerardo Ausiello e di tanti, tanti altri. Siamo un esercito, nessuno può limitare il diritto di informare e di esserti informati».

P.S.L’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO ESPRIME AL GIORNALISTA  PANNELLA  ED A TUTTI GLI ALTRI SUOI COLLEGHI CAMPANI  E DI ALTRE REGIONI DEL PAESE MINACCIATI DAI MAFIOSI  I SENTIMENTI DELLE PIU’ VIVE VICINANZA E SOLIDARIETA’
Archivi