Maxi sequestro rifiuti stoccati nei container nel Napoletano, gli inquirenti: pronti a mandarli in Africa

Maxi sequestro rifiuti stoccati nei container nel Napoletano, gli inquirenti: pronti a mandarli in Africa

8 Febbraio 2022

Di Fulvio Miele

I Carabinieri forestali della stazione di Napoli hanno denunciato per gestione illecita di rifiuti un 57enne di San Pietro a Patierno. In un fondo in Via Lufrano, nel comune di Casoria, aveva stoccato parti di furgoni e camion demoliti. Il terreno era impregnato di olio motore perche’ in terra battuta ed esposto alle intemperie. Molti di questi scarti da demolizione erano stipati in alcuni containers, probabilmente – secondo quanto sostengono i Carabinieri – destinati al traffico di rifiuti oltre frontiera. I militari hanno sequestrato complessivamente 36 containers colmi di rifiuti pericolosi e non, un containers utilizzato come officina e 40 camion, uno dei quali oggetto di furto.

I rifiuti erano probabilmente pronti per essere caricati e imbarcati su qualche nave cargo e finire nelle mega discariche del nord Africa o della Nigeria. L’uomo denunciato è stato deferito per la violazione dell’articolo 256 del Testo Unico Ambiente sulla raccolta, il recupero e lo smaltimento di rifiuti pericolosi. Non è stato provato, mancanti delle bolle di trasporto, che quei rifiuti ammassati nel fondo di via Lufrano fossero pronti a partire su quegli stessi container dove erano ammassati per il Nord Africa. I militari ipotizzano che – se non fossero intervenuti per tempo – quel materiale sarebbe stato però imbarcato e smaltito in Paesi in via di sviluppo, come accertato in numerose recenti inchieste sui traffici di rifiuti tra la Campania e il Mediterraneo

fonte:https://www.juorno.it/maxi-sequestro-rifiuti-stoccati-nei-container-nel-napoletano-gli-inquirenti-pronti-a-mandarli-in-africa/

Archivi