Massoneria e ndrangheta:le dichiarazioni di Forgione .Forgione,da quello che ci risulta,é una persona onesta,ma egli,anziché uscirsene con spot,elementi scontati e dichiarazioni ad effetto,dovrebbe dirci cosa hanno fatto le Commissioni Parlamentari antimafia che hanno,volendolo,le stesse prerogative della Magistratura e delle quali egli stesso ne é stato un Presidente.Zero!!!! Questo vale per lui,la Bindi e quanti altri ne sono stati e ne sono i Presidenti !

‘Massoneria collante tra ‘ndrangheta e stato’ | VIDEO

Sono queste le parole di Francesco Forgione, ex presidente della Commissione parlamentare Antimafia, intervistato da Michele Mancini durante la trasmissione di LaC, ‘I Fatti in Diretta’. 

“Si tratta di poteri paralleli a quelli dello Stato. E’ sbagliato definire la ‘ndrangheta anti stato, ma è parte di settori dello Stato. Spesso il collante è stato proprio la massoneria. Un rapporto che nasce negli anni 70’ a partire della rivolta di Reggio, quando si decise di istituire la ‘Santa’, un luogo dove convivere con esponenti dello Stato, delle forze dell’ordine”.

 

È quanto dichiarato da Francesco Forgione, ex presidente della Commissione parlamentare Antimafia, intervistato da Michele Mancini durante la trasmissione ora in onda su LaC, ‘I Fatti in Diretta’.
“Parliamo dell’inchiesta Cupola: la cosa  incredibile è che spesso i nomi di quella grande inchiesta si ritrovano in alcuni indagini su mafia e politica a Milano, commercialisti legati alla massoneria li ritroviamo nei rapporti con la politica, c’è dunque una continuità tra mafia e massoneria. Il problema è che quella stessa inchiesta  non è riuscita o  non ha avuto forza di tramutarsi in sentenza e in processi. Quell’inchiesta morì. Le inchieste invece devono documentare fatti, relazioni, reati e devono convertirsi in atti giudiziari e processi. Invece rimangono solo inchieste di tipo giornalistico.
Ma ci sono stati  anche altri processi come il maxi processo Olimpia. Anche qui emergono i rapporti tra massoni, neofascisti e ‘ndrangheta. Questi rapporti si sono saldati nella rivolta di Reggio, lì dove il patto nasce e lì dove la ‘ndrangheta si evolve, da mafia agraria legata alle campagne diventa mafia politica e imprenditoriale. I mafiosi si trovano per la prima volta a doversi rapportare con le grandi scelte economiche e imprenditoriali. E alcune inchieste sono testimonianza di tutto ciò”.

 

La replica della puntata de I Fatti in Diretta su ‘Ndrangheta e massoneria andrà in replica stasera, 28 gennaio, alle 21.15 su LaC, canale 19 del digitale terrestre, o in diretta streaming su www.lactv.it

Archivi