Martedì Bubbico in Commissione Antimafia.Inchiodatelo con domande precise e pretendete non vaghe assicurazioni ma scadenze e date! Debbono finirla con promesse ed impegni finora mai mantenuti.

Cose concrete: Martedì in Commissione Antimafia sentiremo il Vice Ministro Bubbico sulla questione lavoro e Testimoni. A partire dal 2013 sia a livello regionale siciliano, sia a livello nazionale sono state approvate norme importanti volte a riconoscere un diritto: il cittadino che in ragione delle sue denunce si è esposto ad un rischio tale da dover essere protetto dallo Stato, in un modo che gli ha apportato un grave danno da un punto di vista economico, non può essere lasciato al proprio destino e se il danno si traduce nella impossibilità di continuare a lavorare, lo Stato deve farsene carico. La Regione siciliana ha previsto un meccanismo di assunzione diretta, con costi aggiuntivi a carico della Regione medesima, lo Stato no: la possibilità di assumere nella PA un Testimone di Giustizia dipende dalla disponibilità effettiva di posti, senza quindi costi aggiuntivi per la PA. Abbiamo chiesto al Vice Ministro Bubbico di venire a fare il punto della situazione. La Commissione antimafia ha per altro elaborato una proposta di legge di riforma complessiva che assicuri per la prima volta nella storia del nostro Paese un riconoscimento preciso al Testimone di Giustizia ancora troppo spesso confuso con il collaboratore: la riforma che ha il sostegno di tutti i gruppi parlamentari è ad uno stadio avanzato di lavoro in Commissione Giustizia Camera, ne sono relatore insieme all’on. Dambruoso e contiene importanti novità. Nessuno si permetta di ridurre questa delicata situazione ad un problema di costi da tagliare.

On.le Mattiello

Archivi