Marrazzo: la mafia c’è. Ma quanti negazionisti (pardon, collusi!) si sentono ancora!

A Roma e nel Lazio dobbiamo dire che la piovra c’è». Lo ha detto il presidente della Regione Piero Marrazzo, che oggi ha partecipato a Roma alla marcia della legalità nel III Municipio dall’Istituto comprensivo Falcone e Borsellino. «Le mafie non si fermano – ha aggiunto Marrazzo – Roma e Palermo sono molto più vicine». Per Marrazzo «chi nega la mafia a Roma e nel Lazio sbaglia, nel nostro territorio i mafiosi non solo riciclano il loro denaro, ma gestiscono anche usura e traffici illeciti». «I giornalisti – ha detto Marrazzo a proposito della scarsa attenzione dei media nei confronti della mafia denunciata qualche giorno fa dal Procuratore nazionale antimafia Piero Grasso – spesso rincorrono le notizie e invece dovrebbe anticiparle, un fatto non accade mai per caso. Le mafie preparano gli attentati, lavorano sotterraneamente per raggiungere i loro scopi». «Il mio ricordo personale – ha concluso il presidente della Regione Lazio – è mio padre, il quale ha raccontato fatti che nessuno aveva mai raccontato, così hanno fatto altri giornalisti, alcuni di questi anche uccisi».

(Tratto da Melito Online)

Archivi