Manifestazione dei partiti di opposizione a Roma sul “caso Fondi”. Che pena!

VERGOGNA… CHE SPETTACOLO PENOSO QUELLO CUI CI SIAMO VISTI COSTRETTI AD ASSISTERE A ROMA NELLA MANIFESTAZIONE CONTRO IL GOVERNO PER IL SUO SCANDALOSO COMPORTAMENTO SUL “CASO FONDI”

Un comportamento scandaloso quello del Governo sul “caso Fondi”; un caso che dopo quasi un anno non si è voluto ancora una volta risolvere durante l’ ultima riunione del Consiglio dei Ministri prima delle ferie estive.

Abbiamo insistito per mesi perché si manifestasse in piazza a Roma e, alla fine, anche se in ritardo, ci siamo riusciti.

Ma non avremmo mai ipotizzato che, per un meschino calcolo di visibilità individuale, i partiti politici che hanno organizzato la manifestazione si sarebbero divisi in piazze diverse, PD da una parte, con PRC e Sinistra e Libertà, e l’Italia dei Valori dall’altra.

Nemmeno un problema delicato qual’ è quello della lotta alle mafie, li ha visti uniti.

Noi dell’Associazione Caponnetto siamo stati presenti.

Il Governo, da parte sua, ancora una volta ha deciso di… non decidere.

E’ questo è gravissimo, dopo che lo stesso Ministro dell’Interno Maroni ha fatto sua la richiesta di scioglimento del Consiglio Comunale di Fondi per condizionamenti mafiosi e dopo i numerosi arresti ordinati dalla Magistratura.

Ora i partiti di opposizione diano un segnale forte e dignitoso facendo:

  1. dimettere i propri consiglieri comunali;
  2. dimettere il Presidente del Mercato Ortofrutticolo di Fondi nominato dalla Regione Lazio quale socio di maggioranza;
  3. chiedendo un intervento del Capo dello Stato in cui si censuri il comportamento del Governo nella vicenda che riguarda l’accertato condizionamento da parte delle mafie sulla vita pubblica fondana.
Archivi