Malgrado le tante chiacchiere e le assicurazioni del vice ministro Bubbico il ministero dell Interno si sta dimostrando assolutamente indifferente ai problemi dei Testimoni di Giustizia.Un vergogna senza fine!!!!!!!!!!

Mattiello, PD, Com Antimafia e Giustizia,tutti d’accordo  nel dichiarare :‘sul fronte del riscatto di chi denuncia le mafie, lo Stato rischia di perdere una battaglia decisiva. Sono uomini e donne che si sono affidati allo Stato pur di non piegarsi alle mafie, che per questo sono sotto tutela, spesso in programmi di protezione speciali. Troppo frequentemente hanno perso il loro lavoro, i loro affetti e sono sommersi dalla burocrazia. La Commissione Antimafia ha approvato il 20 di Ottobre all’unanimità una relazione che traccia precise proposte di riforma del sistema tutorio e delle misure di assistenza economica. Proposte che dovrebbero allargarsi alla tutela delle vittime di racket. Ci sono anche le proposte di riforma della Commissione presieduta da Gratteri. Manca all’appello il Ministero dell’Interno, che pure oltre un anno fa ha insediato un tavolo tecnico per valutare la situazione. Cosa intende fare il Governo? Intanto tra poco il Generale Pascali lascerà l’incarico di direttore del Servizio Centrale di Protezione: il suo lavoro è stato importante  e sarebbe importante poterlo valorizzare. Insomma: non c’è più tempo da perdere!’

Archivi