Mafie, relazione Dia-Viminale: “Il Lazio ideale per la latitanza”.La morsa della criminalità sul Lazio é sempre più stretta.Bisogna dare atto alla Procura di Roma di aver iniziato una dura azione da quando sono arrivati Pignatone e Prestipino ma per recuperare i ritardi accumulati negli anni ci vorrà molto tempo.Bisogna cominciare a pretendere- e ripetiamo,PRETENDERE – dai Prefetti che comincino a fare il loro dovere in materia di prevenzione antimafia,come prescrive la legge,attaccando con determinazione quelli che dovessero sottrarsi ai loro obblighi.Al contempo é necessario che tutte le associazioni antimafia la finiscano con la retorica e le chiacchiere e comincino ad aiutare la magistratura inquirente-la DDA,cioé,unica competente in materia di reati associativi di natura mafiosa – con i FATTI,nomi e cognomi.

Ti potrebbe anche interessare...