Mafie e politica: una strettissima connessione. Non c’è mafia se non c’è politica. Le ragioni della nostra indipendenza da tutto e da tutti

MAFIA E POLITICA: UN RAPPORTO DI RECIPROCITA’ D’INTERESSI. LA MAFIA E’ STRUTTURALMENTE LEGATA A PARTI DEL POTERE POLITICO, ECONOMICO ED ISTITUZIONALE. SENZA POLITICA NON C’E’ MAFIA E IN QUESTO BINOMIO SI NASCONDE LA RAGIONE PIU’ PROFONDA DEL PERCHE’ LA CRIMINALITA’ ORGANIZZATA NON E’ STATA ANCORA DEBELLATA.

A sostenerlo è Narcomafie, ma, più ancora, la nostra esperienza di tutti i giorni, sul campo.

E nella connessione fra mafia e politica non c’è colore politico che tenga.

Ci sono collusi con le mafie a destra come a sinistra.

Come anche ci sono nemici delle mafie a destra ed a sinistra.

Una linea a zig zag che attraversa tutto lo schieramento politico e tutte le istituzioni, con due schieramenti contrapposti che raggruppano l’uno i mafiosi, l’altro coloro che combattono le mafie. Indipendentemente dalla tessera del partito che taluni portano in tasca o di come ognuno vota.

Ecco perché noi contestiamo a tutti il diritto a farsi paladini esclusivi della lotta alle mafie.

In Sicilia sono state sciolte per collusioni con “Cosa Nostra” molte amministrazioni di destra, come in Campania sono state sciolte amministrazioni di centrosinistra colluse con la camorra.

La nostra determinazione nel difendere la nostra più rigorosa autonomia dai partiti politici è determinata proprio da questa constatazione, oltre che dalla necessità di essere assolutamente liberi nelle nostre attività tese a combattere non con le chiacchiere, ma con i fatti ed esponendoci in prima persona, contro i mafiosi. Per queste ragioni noi abbiamo sempre evitato di prendere finanziamenti pubblici o privati e siamo combattuti a destra come nel centrosinistra (il PD, in particolare, ad esempio, ha sempre evitato di invitarci ad intervenire nelle sue assemblee o “feste” per parlare della presenza mafiosa nel Lazio).

Chi pensava o pensa, quindi, di strumentalizzarci e di asservirci a questo o quel partito politico, abbandoni l’idea. Per sempre.

Archivi