Mafie a go go nel Trentino Alto Adige. E’ giunta l’ora di intervenire seriamente!!! Siamo a disposizione.

Ci siamo,finalmente.
Il Consiglio della Regione Trentino Alto Adige ha oggi,23 aprile 2013,discusso un’interrogazione ed una mozione promosse dalla Consigliera della Lega Nord Franca Penasa su un appalto sospetto che riguarda i lavori sull’A22 Brennero.
Non entriamo nel merito perché ci sono indagini da parte dell’Autorità Giudiziaria e non vogliamo,per rispetto a questa,azzardare giudizi.
Ma la vicenda ha fornito l’occasione al Consiglio Regionale per affrontare un argomento spinoso che,da quanto ci ha riferito la stessa Consigliera che abbiamo apprezzato per la sua onestà intellettuale ed il suo coraggio,riguarda una vera e propria invasione della sua Regione,da molti definita un’isola felice,da parte delle mafie.
Parliamo di…un’invasione e non di un vero e proprio impossessamento del territorio per non usare toni drammatici che pur sarebbero appropriati data la gravità del fenomeno.
Le mafie,particolarmente camorra e ‘ndrangheta,si sono insediate stabilmente quasi uccidendo totalmente tutta l’imprenditoria locale.
Il problema più grave,però,quello che ci preoccupa di più,é l’insensibilità delle istituzioni locali ,oltre che degli apparati politici,tutti schierati nell’ ignorare,negandone,peraltro, l’esistenza,il fenomeno mafioso.
L’Associazione Caponnetto é pronta a fornire sin da ora tutto l’apporto necessario per richiedere agli organismi centrali investigativi e giudiziari competenti l’attenzione necessaria e le azioni conseguenti.
Appena saremo entrati in possesso della documentazione,sarà nostra cura girarla a Roma a chi di competenza per attivare gli apparati istituzionali.

Archivi