MAFIA: MARONI, A FONDI SI VOTERA’ A MARZO. OPPOSIZIONE, LO STATO SCONFITTO

Il Consiglio dei ministri ha “preso atto dello scioglimento del Consiglio comunale di Fondi. I cittadini andranno a votare a marzo”. Lo ha detto al termine del Consiglio dei ministri il responsabile del Viminale, Roberto Maroni.

“L’amministrazione comunale non c’é più, il problema è stato risolto”, ha detto Maroni. “Io ho proposto di scegliere la via della democrazia, che è sempre meglio di ogni commissariamento. Le prossime elezioni si terranno dunque a marzo e il popolo sovrano sceglierà la nuova amministrazione comunale”.

VELTRONI ED ANTIMAFIA PD, STATO SCONFITTO

“La mafia ha sconfitto lo Stato ancora una volta. Il Governo ha ceduto alle pressioni dei partiti locali del centrodestra, contraddicendo e dunque esponendo il prefetto e tutte le forze dell’ordine”. Così Walter Veltroni, Laura Garavini e Luigi De Sena insieme al gruppo Pd della commissione Antimafia.

DI PIETRO, NO SCIOGLIMENTO? MARONI SI DIMETTA

“Chiediamo le dimissioni del ministro Maroni. E vergognoso che questo governo non abbia sciolto il comune di Fondi. E un atto gravissimo che conferma la collusione fra la politica e la mafia”. Lo afferma il leader dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, commentando la decisione del Consiglio dei ministri di commissariare e non di sciogliere il comune di Fondi.

EX SINDACO PARISELLA (PDL) , IL POPOLO SI E’ GIA’ ESPRESSO

“Sono contento perché oggi si è affermata la verità. Abbiamo sempre detto di non essere collusi con nessun tipo di criminalità”. Anche l’ex sindaco di Fondi Luigi Parisella (Pdl), che si è ufficialmente dimesso il 3 ottobre, commenta la decisione del Consiglio dei ministri di non sciogliere il Comune di Fondi per infiltrazioni della criminalità organizzata. Il Comune è attualmente commissariato per le dimissioni della maggioranza. Per quanto riguarda la prossima tornata elettorale per il rinnovo del consiglio comunale Parisella, da pochi mesi consigliere provinciale, ha aggiunto: “Il popolo sovrano si è già espresso alcuni mesi fa. Sono stato il più votato alle elezioni provinciali”.

Archivi