Mafia – Grasso: “Tanti infedeli nella magistratura”. Purtroppo è così…!!!

Il procuratore antimafia: più silenzio nelle indagini
“La verità deve essere cercata ovunque. Magari bisogna farlo con maggiore silenzio per ottenere risultati migliori”. Così il procuratore nazionale antimafia Piero Grasso ha commentato i nuovi risvolti che nelle scorse settimane hanno visto la Procura di Caltanissetta riaprire le indagini sul fallito attentato dell’Addaura, destinato a colpire Giovanni Falcone nel 1989. Nel giorno in cui si celebra il ricordo della strage di Capaci, avvenuta il 23 maggio 1992, Piero Grasso ha sottolineato come si debba evitare “di identificare lo Stato con personaggi infedeli. Infedeli – ha detto – ce ne sono anche nella magistratura. Ma quello non è lo Stato per cui sono morti Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, che rappresentano un patrimonio che non possiamo disperdere, e che oggi ricordiamo”.

(Tratto da Virgilio Notizie)

Archivi