Mafia foggiana: 159 testi per “Decimabis”, processo ai clan della città. Tra gli imputati anche due latitanti

Mafia foggiana: 159 testi per “Decimabis”, processo ai clan della città. Tra gli imputati anche due latitanti

Di Redazione 25 Gennaio 2022

Si è aperto il dibattimento nel tribunale dauno. Accusa e difesa hanno avanzato una serie di richieste. Un perito per le intercettazioni


Oggi nel Tribunale di Foggia
 si è aperto il dibattimento di “Decimabis”, processo alla mafia foggiana. Sia il pm che le parti hanno formulato alcune richieste e presentato lunghe liste testi: ben 159 indicati dai legali difensori. L’accusa ha invece prodotto una serie di sentenze e ha inoltre chiesto un perito per la trascrizione delle intercettazioni. Il collegio si è riservato rinviando all’udienza del 22 febbraio, quando comunicherà cosa ammettere e cosa respingere. Verrà convocato anche il perito indicato dal pm.

Ricordiamo che nell’aula bunker di Bitonto si sta svolgendo il rito abbreviato che vede tra gli imputati i maggiori indagati di “Decimabis”, tra i quali i boss Federico Trisciuoglio, Pasquale Moretti e il figlio Rocco. A Foggia, invece, è entrato nel vivo il rito ordinario. Alla sbarra Vincenzo Antonio Pellegrino detto “Capantica”, nome storico della malavita foggiana, Massimo Russo, Ciro Stanchi, Savino Ariostini detto “Nino 55”, Mario Clemente, Michele Morelli alias “Pacc e cul”, Marco D’Adduzio, Leonardo Gesualdo “Il Vavoso” e Felice Direse. Ariostini e Gesualdo sono latitanti da diversi mesi. Associazione mafiosa ed estorsioni i principali reati contestati agli imputati.

Fonte: https://immediato.net/2022/01/25/mafia-foggiana-159-testi-per-decimabis-processo-ai-clan-della-citta-tra-gli-imputati-anche-due-latitanti/

Archivi