Mafia ed antimafia…………………………

Non tutti i mali vengono per nuocere.Anzi! Quanto é successo –e probabilmente continuerà a succedere vista la dimensione del fenomeno – ci offre l’occasione per aprire quell’ampio dibattito nel Paese che  la maggior parte dei soggetti si rifiutano di avviare sul “modo” di  fare……………..antimafia,sul “modello” da adottare per colpire al cuore le mafie,tenuto conto del fatto che  con quello  finora adottato ai mafiosi non siamo riusciti a fare nemmeno il solletico.Bisogna scegliere fra l’antimafia dei fatti e l’”antimafia” delle chiacchiere,l’antimafia basata tutta sull’INDAGINE,DENUNCIA  e PROPOSTA, come sosteniamo noi dell’Associazione  Caponnetto e l’”antimafia” delle fiaccolate e………………degli affari.Noi continueremo a  comportarci come ci siamo comportati finora : niente soldi dalle istituzioni,niente gestione di beni confiscati,niente di niente che comporti  commistioni con il Potere che spesso  ci si presenta  in veste mafiosa.La vera antimafia si fa GRATUITAMENTE e con L’INDAGINE ,la DENUNCIA e la PROPOSTA.

Antimafia nel caos: e intanto i ‘professionisti della mafia’ ringraziano

di  | 10 maggio 2016 

Antimafia nel caos: e intanto i ‘professionisti della mafia’ ringraziano

Mafie
di  | 10 maggio 2016 
Profilo blogger

Giornalista
Sono giorni difficili per chi, da sempre, è impegnato nella lotta contro le mafie e la corruzione. Le accuse contro Ivan Lo Bello e Pino Maniaci, a loro modo diventati simbolo di questo impegno, hanno legittimamente scosso chi li ha conosciuti e sostenuti come campioni di mondi industriali e giornalistici in prima fila nella tutela della legalità. Il dibattito è stato ed è aspro, perché sono in gioco valori essenziali per ogni comunità civile e perché la sola ipotesi che le battaglie antimafia siano servite a fini meno nobili, è davvero disgustosa e rischia di delegittimare chi, ogni giorno, e senza esibizioni mediatiche, continua a contrastare mafiosi e corrotti, secondo la lezione di Pippo Fava e di Peppino Impastato, per citarne solo alcuni. Da qui l’asprezza delle reazioni che vede, spesso e dolorosamente, amici e compagni di una vita che, proprio per questo, avvertono la ferita in modo ancora più doloroso.

Pubblicità

Archivi