Mafia a Fondi: Perchè il Sindaco non ordina gli abbattimenti delle grandi opere abusive?

Latina 18 gennaio 2006

COMUNICATO STAMPA

Mafia a Fondi: Perchè il Sindaco non ordina gli abbattimenti delle grandi opere abusive?

La polemica promossa dal Sindaco di Fondi a seguito delle iniziative assunte dalla “A. Caponnetto” in ordine a talune situazioni di illegalità esistenti in quel Comune offre all’osservatore non attento un quadro della realtà incompleto.

La “A. Caponnetto” non ha chiesto a quel Sindaco l’elenco delle iniziative assunte, nell’ambito scolastico o, comunque, a livello culturale, per “favorire la promozione della cultura della legalità nelle fasce più giovani d’età” od altre cose del genere.

Essa si è limitata a fotografare talune gravi situazioni che richiedono interventi di altra natura, segnalandole a chi di competenza. La “A. Caponnetto” non si limita a … studiare i fenomeni criminali, à fare seminari, corsi e cose del genere, mentre la criminalità si impossessa del territorio.

II Sindaco di Fondi, piuttosto, ci spieghi il motivo per il quale, mentre il Commissario Di Caprio dispose nel breve periodò di un anno ben 100 demolizioni di opere abusive sulla Flacca, dal!’agosto 2001 non è stata emesso alcun ordine di abbattimento (anzi si dice che sarebbe stata rilasciata qualche autorizzazione per opere abusive di depuratori). Qualcuno sostiene anche che, per ottenere le concessioni, sarebbero state prodotte cartografie “infedeli”.

Regione Lazio, Magistratura e forze dell’ordine hanno promosso al riguardo una rigorosa azione di monitoraggio che riguardi tutte le concessioni rilasciate?

La segreteria
Elvio Di Cesare

Archivi