Lumia (Pd): rispondere alla mafia aprendo l’Asinara e Pianosa

La migliore risposta alle minacce e’ riaprire le carceri di Pianosa e Asinara e fare del 41 bis uno strumento vero di lotta alla mafia, applicato bene e in grado di impedire collegamenti esterni tra i boss e le proprie organizzazioni mafiose.

Una lettera minatoria è stata recapitata ieri alla redazione palermitana del quotidiano “la Repubblica”.Nella missiva, scritta da sedicenti familiari dei detenuti al 41 bis, si lamentano le restrizioni a cui sono sottoposti i carcerati.

Lo dice il senatore del PD Giuseppe Lumia, componente della Commissione parlamentare antimafia, dopo le minacce ricevute insieme al ministro Alfano e a esponenti della maggioranza da sedicenti familiari di mafiosi.

E’ questo quello che chiedero’ con una lettera al ministro Alfano e al Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia Sen. Pisanu. Da tempo mi batto perche’ siano riaperte Pianosa e l’Asinara e riorganizzate le carceri di massima sicurezza e perche’ il 41 bis diventi veramente funzionale per il contrasto alle mafie. Sia chiaroche il 41 bis non lede nessun diritto umano. Impedisce solo ai boss di dare ordini dalle carceri: chi deve pagare il pizzo, quale appalto truccare, come riciclare il denaro sporco, come riorganizzare la propria cosca di appartenenza, e perche’ no, quale politico votare.

Al ministrodiro’ chiaramente che adesso bisogna passare ai fatti. Le norme che sono state approvate hanno recepito nella sua quasi totalita’ le proposte del Pd.
Cosi’ uno Stato democratico risponde a Cosa nostra, che rimane un problema prioritario su cui rimanere allerta e agire con impegno, severita’ e rigorose.

(Tratto da Fascio e Martello)

Archivi