Lodevoli iniziative del Comune di Pastena a favore dei disabili.

Oggi in occasione della giornata internazionale della disabilità abbiamo approvato, in consiglio comunale, la convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità.
Un grande evento cui ha contribuito l’umanità, la serenità, la forza d’animo, il pragmatismo e la lucidità dell’avvocato Vincenzo Falabella.
Il presidente nazionale della Faip, che da undici anni dopo essere caduto da cavallo, vive su una sedia a rotelle non mostra alcuna rassegnazione e non si sente affatto una persona sconfitta.
Ha parlato agli alunni delle scuole, ai docenti e ai genitori rivendicando il suo amore per la vita e l’aspirazione ad essere nonostante tutto una persona felice, un padre fiero di sua figlia, un uomo che rivendica in tutte le sedi, anche all’Onu dove ha contribuito alla stesura della convenzione, i diritti calpestati dei disabili.
Nessun piagnisteo, nessun vittimismo solo la legittima rivendicazione di essere trattati come perso
ne normali e di vivere come una persona qualunque che aspira a studiare, ad incontrare gli amici, a lavorare e ad avere una città che non limita o emargina le persone con disabilità. Un invito per tutti a non avere diffidenze, pregiudizi o paure per coloro che per vari motivi o cause subiscono una limitazione funzionale delle capacità motorie o intellettive. Una lezione per guardare oltre le apparenze, per non fermarsi dinanzi alle ovvietà, per capire, integrare ed accogliere che subisce l’esclusione sociale e culturale per la disabilità. Un monito per le istituzioni a lavorare non solo per elemosinare soldi ma per creare ambienti sociali e familiari che consentano queste persone di sentirsi parte attiva ed integrata della società. Una grande testimonianza perché la banalità, la superficialità e la vanità non sostituiscano le ragioni profonde che danno significato e speranza alla vita e uno stimolo per i giovani ad essere critici di fronte al mito del successo e del denaro.
Pastena 3 dicembre 2012 dott. Arturo Gnesi

foto

Archivi