Lo sfogo di un Testimone di Giustizia

Come un leone ormai ferito continuo a lottare, solo, lotto contro quel sistema che rende vittime sacrificali chi vittima non dovrebbe essere, ma dovrebbe essere “gioiello” prezioso di una intera comunità civile.
Ma questo nin accade, non accade perché anche se tutti gridano alla svolta, a quella battaglia contro le Mafie, in pochi poi realmente portano avanti il contrasto a quel male chimato mafie.
Fiumi e fiumi di parole, libri, convegni e non mancano gli spot per dire NO MAFIA, ma poi?
Cosa resta impresso nella mente di chi si aggrega al carrozzone dell’antimafia?
Una giornata diversa a volte paragonabile ad una scampagnata una gita fuori casa.
Tutti parlano, tutti alzano la mano, puntano il dito citano frasi di eroi orami uccisi e eivenuti eroi post mortem, basta ricordare che nella loro vita terrena furono ostacolati, emarginati e anche messi in discussione, solo perché avevano scoperto cosa sono le Mafie.
C è tanta rabbia e non posso nasconderla, sarebbe mentire, non comprendo i perché di tanti ritardi, dei tanti “poi vediamo “ e dei tanti errori, anche sforzandosi nel capire non riesco a far quadrare il cerchio.
Ora che si ricomincia tutto da capo, orami ferito da anni di sofferenza e indifferenza, trovo la forza in quel senso di protezione dei miei affetti compromessi per riflesso di quella mia scelta giusta di fidarmi di quel sistema che dal di fuori sembra perfetto e che una volta dentro lo riscopri diversamente da cioè che avevi visto, quella macchina burocratica che prende sempre più la forma di uno ” scolapasta”.
Scrivo, perché quella rabbia che oggi è parte di me deve uscir fuori, deve essere cacciata via, lontano da me, perche’ non era parte del mio essere.
Oggi il leone è ferito, solo, ma lotta, lotta non solo per quel senso di legalità intrinseco in se’, ma lotta anche per vincere quel traguardo che non ha prezzo, quel restare in vita, quel vivere che per molti è normalità quotidiana ma che per resta un qualcosa da riconquistare.
Mentre scrivo mi vengono in mente tutte le frasi citate dai molti uomini di Stato che nel mio percorso ho incontrato o scontrato. In molte di quelle frasi c’è
l ‘onore, la fedeltà, la legalità ed il coraggio ma restano impresse anche quelle tanti frasi che mai avrei voluto udire ma che hanno segnato questo mio percorso, ferendomi nell’animo e che sono colpevoli di aver fatto crescere in me la rabbia e la paura.
Ora che un’altro “giro” ebbe inizio prego, prego perché solo Lui possa illuminare il mio percorso e liberare il mio animo dalla rabbia.
Un cittadino Italiano, un uomo per bene.

Archivi