Lo scandalo delle prenotazioni per visite ed esami ASL Lazio. Intervenga la Procura della Repubblica

Il problema dell’impossibilità  di prenotazione di  visite ed esami specialistici  di cui abbiamo già trattato.

Tale problema non riguarda solamente Gaeta,Formia e la provincia di Latina,come  si tende a far credere,ma tutto il Lazio.

E’ il sistema informatico che è stato programmato in maniera tale da negare il diritto alla salute a tantissime persone che hanno bisogno di visite ed esami specialistici.

Altro che…….”eliminazione delle liste di attesa” di cui taluni menano vanto!!!!!……..

Se  si riconosce ad una prescrizione medica,come fa la Regione Lazio,una validità solamente  di un anno e se nell’anno,a decorrere dalla data della prescrizione,non ci sono posti disponibili,come capita quasi sempre,per la visita richiesta,la prescrizione medesima perde validità lo stesso giorno della sua emissione perché il programma non permette la visualizzazione delle disponibilità oltre l’anno .

Questo significa negare il diritto alla salute ai cittadini che non hanno la possibilità economica di far ricorso agli specialisti privati e,a nostro avviso,potrebbe ravvisarsi come un vero e proprio reato penale  commesso da parte dei responsabili della Regione Lazio.

Preghiamo,pertanto,la Procura della Repubblica di Latina  e le altre  A.G. del Lazio (essendo – ripetiamo – un problema che riguarda tutta la regione ) di  disporre un’inchiesta al fine di accertare se  siano state realmente commesse o meno violazioni di legge da parte dell’autore o degli autori di tale  decisione.

Archivi