L’inutilità dell’attuale Servizio Centrale Protezione del Ministero degli Interni che fa acqua da tutte le parti e che, pertanto, va soppresso e ricostituito ex novo con personale e dirigenti diversi e più preparati

LA PROVA DELL’INUTILITA’ DELL’ ATTUALE SERVIZIO CENTRALE PROTEZIONE DEL MINISTERO DEGLI INTERNI CHE VA PERCIO’ RADICALMENTE SOSTITUITO
Nella giornata odierna personale del Nop referente, mi ha notificato il presente atto che allego alla presente, preciso che la mia partecipazione all ‘evento contro mafie era stata comunicata al SCP nei termini e modi prestabiliti dal protocollo a cui io ho apposto firma, che la città di Roma non è da definirsi città di origine e che alla manifestazione ho preso parte come addetto stampa accreditandomi come tale presso Gruppo Abele di Libera per l’evento contro Mafie. Voglio altresì specificare che nella seconda giornata dell’evento erano presenti molte cariche istituzionali, tra cui il Vice Ministro nonché Presidente della Commissione Centrale ex art.10 Sen. FILIPPO BUBBICO al quale ho personalmente comunicato i fatti accaduti e ho fatto visionare la comunicazione del SCP nella quale mi era stato vietato di partecipare all’evento di Libera. Anche il Capo della DNA era presente e anche con lo stesso ho avuto modo di colloquiare, lo stesso mi ha comunicato che era a conoscenza di tale situazione. Don Luigi Ciotti dal palco ha fatto presente che ad alcuni tdg non era stato permesso di essere lì e con enorme rammarico lo stesso ne era dispiaciuto. Preciso che non ero il solo tdg presente e che durante i due giorni nessuna vigilanza o protezione è stata messa in atto alla mia persona, tanto che spontaneamente ho dato comunicazioni al Nop dell’arrivo e partenza. Di tale situazione renderò partecipe il mio legale e la direzione di Libera e il Presidente del V comitato Tdg On. MATTIELLO e la Federazione Nazionale Giornalisti. Ritengo che in relazione alla comunicazione odierna lo scrivente non ha fatto nessuna azione contrastante il sistema di protezione e chiede che la commissione centrale ex. art.10 possa audirmi in relazione a tale accaduto dandomi la possibilità di spiegare i fatti, ritengo che il diritto alla libertà e il diritto di cronaca non possano essere impediti ad un cittadino incensurato e libero e che essere un tdg non vuol significare non poter partecipare al vivere quotidiano.

Gennaro Ciliberto, Testimone di Giustizia

Archivi