L’inerzia dello Stato per quanto riguarda la “cessione” della provincia di Latina alla camorra rientra nella trattativa Stato – camorra della quale si parla nel libro di Massimiliano Amato dal titolo “L’altra trattativa “ Edizioni CentoAutori” ? Perché non si é indagato e non si indaga ?

SE SI FOSSE INTERVENUTI PRIMA OGGI LA PROVINCIA D LATINA NON SI TROVEREBBE IN UNA SITUAZIONE DRAMMATICA. CARMINE SCHIAVONE DISSE TUTTO NEL 1996 AI CARABINIERI DI LATINA.PERCHE’ QUESTI NON HANNO FATTO QUELLO CHE AVREBBERO DOVUTO FARE’ E PERCHE’ ANCORA OGGI NON SI INDAGA SUI TRAFFICI DI RIFIUTI TOSSICI EFFETTUATI CON CAMION DEI QUALI LO STESSO SCHIAVONE HA FORNITO I NUMERI DI TARGA ??????? ALCUNI DEI PROPRIETARI DI QUEI CAMION SONO DI ITRI E DI ALTRI COMUNI DEL SUD PONTINO.PERCHE’ NE’ I CARABINIERI,NE’ LA POLIZIA DI STATO,NE’ LA GUARDIA DI FINANZA DI LATINA,DI FORMIA,DI GAETA E DI ITRI LI HANNO MAI CONVOCATI PER DOMANDARE AD ESSI CHI COMISSIONAVA I VIAGGI E DOVE PORTAVANO I RIFIUTI ???????
TUTTI INTERROGATIVI CHE NON HANNO MAI RICEVUTO UNA RISPOSTA E CHE,PERTANTO,SONO ALL’ORIGINE DI MOLTI DUBBI CIRCA LA REALE VOLONTA’ DELLE ISTITUZIONI DI VOLER COMBATTERE LA CAMORRA E LE MAFIE.
SE A TUTTO CIO’ SI AGGIUNGONO :
– IL FATTO CHE SONO STATE ARCHIVIATE LE INDAGINI DELL’INCHIESTA ” FORMIA CONNECTION” NELLA PARTE IN CUI SI IPOTIZZAVA IL “VOTO DI SCAMBIO” SULLA BASE DI INTERCETTAZIONI TELEFONICHE DI UNA CONVERSAZONE FRA UN BARDELLINO ED UN NOTO ESPONENTE POLITICO ,
– LE PERPLESSITA’ CIRCA LA FINE FATTA FARE ALL’ALTRA INCHIESTA SU FONDI DENOMINATA “DAMASCO” CHE SI E’ RISOLTA COME TUTTI SANNO,CIOE’ CON UN NULLA DI FATTO,
ALLORA VERAMENTE QUEGLI INTERROGATIVI DIVENTANO INQUIETANTI.
IL DUBBIO CHE NASCE A QUESTO PUNTO SPONTANEO E’ CHE CI SIA UNA SORTA DI “CUPOLA” ,OVVIAMENTE A ROMA, CHE HA DECISO E DECIDE CHE LE COSE IN PROVINCIA DI LATINA DEBBANO ANDARE COSI’ E CHE ,QUINDI,LA LOTTA ALLE MAFIE NON DEVE FARSI,
D’ALTRO CANTO BASTA VEDERE IL TRATTAMENTO RISERVATO ALL’EX PREFETTO DI LATINA FRATTASI,SUBITO TRASFERITO APPENA HA MESSO LE MANI SULLA MAFIA A FONDI,E-UNA COSA DELLA QUALE NESSUNO PARLA – IL FATTO CHE DALLA PREFETTURA DI LATINA NON PARTE UNA SOLA INTERDITTIVA ANTIMAFIA A CARICO DELLA TANTE DITTE CAMPANE IN ODOR DI MAFIA CHE VANNO A LAVORARE , VINCENDO GLI APPALTI PUBBLICI, IN PROVINCIA DI LATINA.
NESSUNO LE CONTROLLA,NESSUNO INDAGA SULLA LORO VERA IDENTITA’.
DA H24NOTIZIE del 5 ottobre 2015

C’era una volta al Comando dei Carabinieri di Latina…

Archivi