L’incontro dei Testimoni di Giustizia e dei Parlamentari del M5S con i rappresentanti del Ministero degli Interni

Con discrezione, con garbo e,

soprattutto, senza alcun intento di

ledere, come è nostro stile, l’autonomia di

chicchessia, abbiamo dato vita all’iniziativa

che ha portato l’altro ieri un folto gruppo di

Testimoni di Giustizia ad incontrarsi fra di

loro per, poi, decidere di parlare con i

rappresentanti del Ministero degli Interni per

affrontare i loro problemi.

Essi sono stati accompagnati a tale incontro al

Ministero dai Parlamentari del M5S che sono

stati gli UNICI che hanno risposto al nostro

appello e che, pertanto, ringraziamo di cuore.

Abbiamo di proposito lasciati liberi i

Testimoni ed i Parlamentari di andare ad

esporre e trattare i problemi che li assillano

con i rappresentanti di quel Ministero

e, perciò, siamo rimasti giù ad attenderli

, insieme agli altri Testimoni che non facevano

parte della delegazione.

A noi non interessa, come spesso altri

fanno, mettere il cappello sulle iniziative che

si assumono e strumentalizzarle per un ritorno

d’immagine, in quanto l’Associazione

Caponnetto è conosciuta nel Paese come un

sodalizio serio, che agisce, fa le cose che

debbono essere fatte senza usare

chicchessia, soprattutto se si tratta di gente

perbene che soffre e viene maltrattata da uno

stato imbelle ed ingrato dopo che ha fatto il

proprio dovere di cittadini che hanno

denunciato i mafiosi.

I Testimoni di Giustizia, come d’altronde

anche i Collaboratori, hanno un tale livello di

maturità e di conoscenza dei loro

problemi, che non hanno bisogno di certo di

tutori, a mò di persone diversamente abili, che

li accompagnino in ogni dove.

Il ruolo di un’Associazione seria deve essere

quello di supportarli per creare occasioni di

incontro fra di loro e di messa a disposizione

di strumenti – in questo caso i Parlamentari-

che li aiutino nelle loro battaglie.

A noi interessano i risultati e non l’immagine

e la propaganda.

E, grazie a Dio, i risultati sembrano essere stati

positivi.

Continueremo a vigilare nei prossimi giorni

perché agli impegni seguano ora i fatti.

Peccato che, come in ogni occasione, arriva

sempre il disturbatore di turno che viene per

tentare di creare scompiglio.

Ma anche questa volta siamo riusciti ad

isolarlo ed a costringerlo ad andare via.

Archivi