L’incontro a Roma dei Testimoni di Giustizia.Troppe presenza politiche solo di una parte.

Comprendiamo lo stato di animo di coloro – come, in questo caso, i Testimoni di Giustizia – si trovano in condizioni di estremo bisogno e solitudine e si aggrappano a chiunque si propone per aiutarli.
Ma ci sono fra questi ultimi coloro che lo fanno in maniera disinteressata, consapevoli della necessità di ripristinare una situazione di giustizia a favore di queste nobile categoria, e chi, al contrario, potrebbe farlo per scopi di natura politica ed elettoralistica.
Abbiamo visto, dai resoconti giornalistici, alcune facce di soggetti che hanno partecipato come protagonisti e che, a dirla in maniera franca, noi riteniamo fra i responsabili della situazione in cui vengono tenuti Testimoni e Collaboratori di Giustizia.
Si avverte aria di elezioni in giro e non vorremmo che chi ha partecipato all’incontro a Roma dei Testimoni lo abbia fatto per motivi elettoralistici e per strappare consensi immeritati.
Invitare a tali incontri una sola parte politica e non tutte le altre è un errore gravissimo.
Detto questo, aspettiamo con fiducia che gli impegni assunti si traducano in fatti concreti.

Archivi