Lettera di un Testimone di Giustizia al Ministro dell’Interno Minniti.Riceviamo e pubblichiamo:

“Sono Ciliberto Gennaro, per la legge un Testimone di Giustizia, ma che non vede piu nessuna possibilita’ di salvezza per chi come me vive da fantasma .
Lei Ministro dovrebbe solo impegnarsi a comprendere perche’ oggi Le scrivo il perche’ nonostante 80 milioni di euro che spende lo Stato io come altri lamentiamo una situazione infernale .
Lei Ministro oggi dovrebbe chiedere al Dott. Caridi perche’ ci trattano in tal modo,perche’ una vita data allo Stato viene trattata come pattume .
Mi creda vorrei avere quella fiducia nelke istutuzioni che giorno dopo giorno e’svanita,comprendere perche’ nessuno ci considera esseri umani .
In 7 anni ho lottato contro il sistema credevo di riuscire a resistere di poter iniziare una nuova vita ma oggi mi rendo conto che nessuno puo resistere nessuno.
Mi sento morto dentro umiliato ho cercato sempre un confronto civile e rispettoso ho sempre atteso i tempi della burocrazia ad ogni chiamata della giustizia ho risposto ho messo in prima linea i miei doveri di cittadino e testimone.
Ho cercato di capire le strutture della macchina protezione le loro contorte deduzioni.
Ho cercato di stare sempre calmo perche’ chi e’al potere mi ha sempre detto che non bisogna farsi la guerra ma cercare un punto di incontro .
Ma oggi non trovo piu’ una risposta e mi tormento nel mio essere.
Perche’ il Servizio Centrale Protezione deve essere cosi’?
Basterebbe solo applicare la legge e non interpretarla ma forse chiedo troppo.
Forse noi  Testimoni di Giustizia dobbiamo scomparire ?
Ed allora a che serve una nuova legge l impegno di tante brave persone ?
A cosa servono i convegni se poi ci si trova ad essere isolati dal punto umano.
Forse qualcuno vuole farci passare x pazzi per instabili .
Ma dopo 7 anni chiunque cede chiunque molla la presa .
Ho tanto da perdere ma la liberta’ gia e’ andata via  insieme alla salute .
Ho molto rimpianti molti dubbi che mi portano ad uno stato di confusione .
L impotenza di un uomo di fronte a  quella prassi applicativa segreta e che ogni volta viene costruita ad hoc per rendere un inferno un programma di protezione che dovrebbe,invece, garantire la serenità di  chi e’ sotto protezione “
Gennaro Ciliberto
Testimone di Giustizia
Archivi