Lettera aperta di un Testimone di Giustizia ad Ignazio Cutrò:”calma e sangue freddo”!

Ciao Ignazio potrei scrivere mille frasi ma non ci sono parole per descrivere ciò che stai vivendo, stanotte ho visto la tua intervista e sono stato molto male, nei tuoi occhi c’è rabbia e dolore,la sofferenza di chi per anni ha lottato contro un sistema  che della burocrazia né fa’ la propria “arma” oggi è un giorno triste più triste dei tanti giorni passati a lottare.
Ti chiedo di guardare negli occhi dei tuoi figli che possono vantare di avere un padre dal nome Ignazio e portare il cognome Cutrò.
Sappi che nessuno può fermare le idee e le tue idee hanno scatenato quella forza irrefrenabile di giustizia e verità.
Ora è il tempo di raccogliere i frutti dell’impegno quindi calma e sangue freddo.
Con affetto
Un testimone

Archivi