Lettera aperta al Signor “Kreo”: la nostra Associazione fa fatti, non chiacchiere. Anziché parole, ci mandi segnalazioni sugli investimenti mafiosi e sulle collusioni fra politici e mafiosi

LETTERA APERTA AL SIGNOR KREO

Leggiamo sul portale www.freevillage.it una nota di certo signor Kreo, il quale – riferendosi al convegno di sabato 7 marzo scorso di promosso dall’Azione Cattolica di Minturno, convegno che ha visto la nostra partecipazione – esprime alcune considerazioni alquanto polemiche nei confronti della nostra Associazione.

Evidentemente egli non ha letto alcunché dei nostri fini e parla per partito preso.

Invitiamo il signor Kreo a leggersi il nostro Statuto, particolarmente nella parte che riguarda le nostre finalità.

La nostra Associazione, in quanto tale, non è né di sinistra né di destra.

Stiamo molto vigili nell’evitare che qualcuno tenti di strumentalizzarci a fini partitici. Qualcuno ogni tanto ci tenta, ma viene subito emarginato.

Individualmente, poi, ognuno manifesta, fuori dall’Associazione, la fede che vuole.

La nostra è un’associazione antimafia seria, che si autofinanzia, non ha mai ricevuto un euro dalle istituzioni e non gestisce alcun bene.

Noi facciamo dell’altro, non chiacchiere.

I convegni? Ne facciamo il minimo possibile e ce li paghiamo con le nostre tasche.

A noi piace fare antimafia seria, non quella del “giorno dopo”, delle chiacchiere.

Monitoriamo il territorio, cerchiamo di individuare ogni insediamento ed investimento “sospetti”, ogni collegamento fra mafiosi ed esponenti politici ed istituzionali e segnaliamo… agli indirizzi giusti…

Il signor Kreo, anziché fare chiacchiere, ci aiuti nel segnalarci qualunque… anomalia sul suo territorio e stia tranquillo che, dopo appena 5 minuti dalla sua segnalazione, le notizie forniteci stanno sulle… scrivanie giuste

Archivi