Lettera aperta al Capo dello Stato, al V. Presidente del CSM ed al Procuratore Capo di Perugia per l’inchiesta “Formia Connection” archiviata nella parte che riguarda il voto di scambio

LETTERA APERTA AL PROCURATORE CAPO DELLA REPUBBLICA DI PERUGIA, AL CAPO DELLO STATO ED AL VICE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA

E’ in corso presso il Tribunale di Latina il processo relativo all’inchiesta svolta dalla Polizia di Stato di Formia denominata “Formia Connection”.

Dalla intercettazioni fatte dalla Polizia nell’ambito di quella inchiesta risultano conversazioni telefoniche durante le quali noti esponenti politici ed istituzionali locali e provinciali chiedevano voti ad alcuni degli imputati, i quali, peraltro, appartengono a famiglia in odor di camorra.

Stupisce il fatto che la Procura della Repubblica di Latina non abbia ritenuto di procedere a carico di quegli esponenti ed abbia chiuso il caso per quanto attiene al reato di voto di scambio.

Questa Associazione chiede alle SS. LL di voler intervenire per l’individuazione delle eventuali responsabilità e per la riapertura del procedimento.

Ass. A. Caponnetto

Archivi