Lettera aperta ai Testimoni di Giustizia.

AGLI AMICI TESTIMONI DI GIUSTIZIA

A bocce ferme,amici,ad un esame sereno ed appena
rapido del tanto atteso Decreto attuativo relativo alla
legge che prevede il vostro reinserimento sociale e
lavorativo sembra che il governo abbia dato vita ad
una delle  solite  ” bufale”.
Ma noi non intendiamo assolutamente disseminare
disperazione e sfiducia,nè  vogliamo “mettere il
cappello” come suol dirsi.,su alcuno perché noi
interveniamo,per quel possiamo,SOLAMENTE se ci
viene richiesto e sempre a supporto di chi ci chiama
e,quindi,senza voler mai apparire come i primi attori.
Questo compito lo lasciamo ad altri che non ci
appartengono e non li vogliamo con noi e fra di noi.
Non tutto,però,é nero perché  di positivo c’é che il
governo,sbugiardato,sconfessato e “sputtanato”
nell’opinione pubblica,sulla stampa,in Parlamento
ecc.,si é visto costretto a uscire dalla posizione di
inerzia per quanto riguarda i problemi dei Testimoni
di Giustizia ed a partorire il topolino,che è appunto il
famoso Decreto.
Ora si tratta di obbligarlo ad apportare tutte le
modifiche ed integrazioni necessarie.
Mettetevi a tavolino in 3-4 di voi,non di più,che
dovrete scegliere fra i più seri,che non vanno ,cioè, a
discutere di casi personali o che non sono alla
ricerca,tentando di strumentalizzarvi,del palcoscenico

(sapete ormai bene quanti sono e chi sono
!!!!!!),elaborate quello che dovete elaborare e poi
cercatevi i referenti ,ALTRETTANTO SERI,NON
QUELLI CHE VENGONO SOLAMENTE A FARE
SPETTACOLO,BLA BLA  E POI NON FANNO
NIENTE, in Parlamento.
A me -e non lo dico per partigianeria o altre finalità
politiche che non mi interessano – molto serio é
apparso Luigi Di Maio.Ma ciò non esclude che
possiate scegliere anche qualche altro,ma ragionateci
sempre e non lasciatevi condizionare da emozioni e
sentimenti o  persone eventualmente animate da altri
intenti.
Certe cose vanno fatte a freddo,con raziocinio e
zucca!!!!!!!
Molta zucca e in silenzio .
Buon lavoro e non scoraggiatevi perché non siete soli
e il primo buco nella cortina di ferro é stato aperto.
Ora resta da abbattere tutta la cortina.

Elvio Di Cesare-Ass.Caponnetto

Archivi