Lettera aperta ai comandanti delle Capitanerie di Porto di Gaeta e Terracina

Chiediamo una immediata verifica delle concessioni rilasciate per la gestione delle spiagge nel territorio del comune di Sperlonga con particolare riferimento alla corrispondenza tra la superficie data in concessione a ciascun stabilimento e quella realmente occupata.

Chiediamo inoltre di verificare la legittimità delle staccionate esistenti tra i vari stabilimenti balneari con particolare riferimento a quelle esistenti tra il lido “La Lanterna” e il lido “Amiclae” dove l’unico striminzito tratto di spiaggia libera è occupato dai pattini di salvataggio di entrambi i lidi.

Chiediamo altresì di verificare se sia corretto tenere i pattini di salvataggio poggiati su cavalletti ad un’altezza di oltre 50 cm, considerando che in caso di emergenza non sarebbero immediatamente utilizzabili.

Ci auguriamo che le eventuali mancanze rilevate siano opportunamente sanzionate.

Archivi