.Lettera al Prefetto di Napoli del Testimone di Giustizia Gennaro Cilibeerto:

> All’ufficio del Vicario Prefetto di Napoli
> Dott. Martino
>
> Lettera -Esposto
>
> Al Prefetto di Napoli
> > > S.E. Dott.ssa Pantalone
> > >
> > > Oggetto: elezioni comunali Napoli 2016 fenomeno criminale di compra vendita voti
> > >
> > > Eccellenza Prefetto, lo scrivente Ciliberto Gennaro testimone di Giustizia porta alla sua attenzione tale situazione; tra pochi giorni il popolo napoletano sarà chiamato alle urne,tristemente la cronaca ci racconta che durante questo periodo elettorale gruppi di criminalità organizzata si dedicano ad una attività criminale,quella di procurare VOTI facendosi pagare ,questi delinquenti operano in zone ad alta densità popolare,gli stessi condizionano la libera espressione di voto,infatti molti di loro durante il giorno delle elezioni stazionano d’innanzi ai seggi,tenendosi ben distanti dall’ingresso del.seggio,ma in modo da osservare e farsi ben vedere, questi gruppi sono di circa tre persone,tale “presidio” ha il compito di verificare se coloro che avvicinati in precedenza vadano a votare,infatti gli stessi portano una sorta di contabilità del voto ,spesso la somma di denaro che quantificata in poche decine di euro( dai 20 ai 40€)  viene elargita in due tranch,un acconto prima e il saldo a spoglio avvenuto.
> > In più  questa presenza criminale serve ad intimidire anche la persona per bene che vedendosi avvicinare ed intimorita dalla frase ” ti raccomando fai il tuo dovere ” frase che va interpretata e ha valore intimidatorio poiché viene pronunciata da persona conosciuta nel quartiere perché cammorista.
> > > Risultato la gente per bene  alla fine cede o addirittura non va proprio a votare per evitare il contatto con taluni personaggi,poiché essendo personaggi criminali del posto potrebbero poi vendicarsi o fare un’azione di vedetta o dare dimostrazione della loro potenza criminale.
> > Si stima che il giro di questa attività criminale è di svariate centinaia di migliaia di euro e che prende piede ancora più incisivamente nelle elezioni comunali poiché il voto è nominativo.
> > > Fatto allarmante che non vi sono denuncie, ne mai nell ‘immediatezza viene richiesto un intervento delle forze di polizia, verrebbe da chiedersi il perché
> > > Tale fenomeno spesso  è stato evidenziato  da rappresentati  lista non hanno trovato poi la denuncia poiché minacciati.
> >
> > > In oltre vi è il fenomeno dell’accompagnamento delle persone anziane e di coloro che hanno difficoltà a deambulare,anche in tal caso tali personaggi criminali organizzano  una sorte di “servizio navetta”di solito tale procedura avviene nelle ore di bassa affluenza al Voto oppure nelle ultime fasi,prima che il seggio chiuda,dato allarmante che l e tessere elettorali sono già detenute giorni prima da questi criminali.
> > > A tal proposito lo scrivente chiede alla S.V di voler intensificare i controlli fuori ai seggi da parte del personale di polizia infatti taluni soggetti criminali in più dei casi hanno il divieto di aggregazione con altri pregiudicati e un costante presidio di forze di Polizia belle zone limitrofe ai seggi costituirebbe un’azione di contrasto a questo fenomeno criminale in più si potrebbe verificare nell’immediatezza il reato ed acquisire notizie utili alle successive indagini.
> > Nell’auspicio che il popolo Napoletano sappia dare una risposta forte a questi criminali che compromettono non solo il risultato elettorale ma minano alla democrazia.
> > > Porgo distinti saluti
> > Ciliberto Gennaro
> > 3318306262

Località  25 Maggio 2016

Archivi