.Lettera al Prefetto di Isernia ed al Ministro dell’Interno:Il Sindaco di Castel San Vincenzo,dopo la sentenza,va rimosso e tutti gli atti da lui compiuti vanno annullati

www.comitato-antimafia-lt.org info@comitato-antimafia-lt.org 

tel 3470515527 

Roma,2 marzo 2016 

Al Sig Prefetto della Provincia di 

Isernia 

prefettura.isernia@interno.it 

Al Ministro dell’Interno 

Roma 

caposegreteria.ministro@interno.it 

segreteriatecnica.ministro@nterno.it 

Oggetto: Richiesta di applicazione della pena accessoria della interdizione dai pubblici Uffici di anni 1 del Sindaco di Castel S.Vincenzo a seguito di sentenza di condanna divenuta irrevocabile definitiva n.25/2012 della C.di A. di Campobasso. Emissione di Decreto per la sospensione immediata dalla carica di Sindaco del Comune di Castel S. Vincenzo ( IS) – Richiesta rimasta tutt’ora inevasa.- 

A seguito della nota n.6795 del 1.03.2016 emessa dalla Prefettura di Isernia in risposta alla istanza del 23.02.2016 di questa Associazione Antimafia, si rende noto che la scrivente , con il suo esposto , intendeva contestare, a scanso di equivoci, la mancata applicazione della pena accessoria e cioè, la interdizione dai pubblici Uffici, e precisamente, la pena accessoria comminata a seguito della citata sentenza di condanna della interdizione dai pubblici uffici per la durata di anni 1 del sindaco del Comune di C.S.Vincenzo. 

Ciò, a seguito di sentenza divenuta irrevocabile dopo il pronunciamento della Corte di Cassazione per il reato di cui all’art.328 c.p. Non interessa a questa Associazione, se la predetta sentenza di condanna può o no, determinare anche la sospensione dalla carica di sindaco per effetto della Legge Severino. 

Pertanto si chiede, al sig. Prefetto della Provincia di Isernia, e in caso di perdurante inattività dello stesso, al Ministero dell’Interno nella persona del Ministro pro-tempore Angelino Alfano , l’emissione di Decreto di sospensione immediatamente eseguibile, in applicazione degli effetti della pena accessoria della interdizione ad anni 1 dai Pubblici Uffici del Sindaco del Comune di Castel S. Vincenzo per effetto della sentenza n.25/2012 già notificata dalla Corte di appello di Campobasso il 16.09.2015, 

. A scanso di equivoci, si allega di nuovo la lettera inviata dalla Segretaria Nazionale e si rimane in attesa degli adempimenti di competenza. 

Si informa, che questa Associazione ha inviato copia della citata missiva ad alcuni parlamentari per l’adozione di eventuali interventi nelle sedi competenti e si rivolgerà,in caso di ulteriori inadempienze.anche all’Autorità Giudiziaria. 

il Responsabile A. Caponnetto Abruzzo e Molise            Il Segretario Nazionale

Archivi