Lettera ai siciliani onesti

Latina, 23-04-06

LIBERIAMO LA SICILIA: SOSTENIAMO LA CANDIDATURA DI RITA BORSELLINO!

Non è assolutamente nostra intenzione fare campagna elettorale a favore di tizio o caio perché ciò esulerebbe dai nostri compiti e dalle nostre finalità. Ma quella che si sta combattendo in questi giorni in Sicilia è una vera e propria battaglia di civiltà che coinvolge l’intero Paese. Proprio per questo noi della “Caponnetto”, che combattiamo da anni contro l’illegalità, le mafie, la barbarie, non possiamo restare alla finestra a guardare.

In quest’ottica, abbiamo ritenuto di scendere in campo per sostenere la candidatura di Rita Borsellino alla carica di Presidente della Giunta della Regione Siciliana.

Abbiamo pensato di pubblicare al riguardo una nota di UnionePlurale, giornale on line di larga diffusione:

“Passate le elezioni politiche, ci si pone davanti un nuovo appuntamento di straordinaria importanza: le elezioni regionali in Sicilia.

La candidatura di Rita Borsellino (sorella del magistrato ucciso dalla mafia e v. Presidente nazionale di “Libera”, l’associazione delle associazioni antimafia, ndr) si presenta come un’autentica rottura con un sistema che da sempre controlla la vita dei siciliani e non permette alcuno sviluppo sociale ed economico dell’Isola.

Qui non si tratta semplicemente di scegliere tra due amministrazioni, tra destra e sinistra, tra conservatori e progressisti. Si tratta di decidere il futuro di milioni di persone che non riescono a nascere, crescere e morire realmente libere. Si tratta di estirpare un cancro che continua ad estendersi anche nel resto del Paese.

Liberare la Sicilia dal giogo di una politica da sempre connivente con la mafia dovrebbe essere sentito da ogni italiano come un dovere patriottico. Perché il suo mancato libero sviluppo è un ostacolo per la crescita dell’intero Paese, ma soprattutto perché parendo da un radicale cambiamento nella regione più complessa si potrà puntare davvero a trasformare l’Italia in una democrazia finalmente compiuta.

Ora noi non abbiamo prove giudiziarie per affermare che tutti gli uomini del centrodestra siano “mafiosi”, e non lo crediamo neanche, ma abbiamo la certezza politica che la mafia sosterrà (D’altra parte non sono stati trovati volantini a sostegn di Cuffaro nel covo di Provenzano?, ndr) a queste elezioni la conservazione-e, quindi, Cuffaro ed i suoi-rispetto al rinnovamento. E la chiave della vittoria non starà tanto nella candidatura alla presidenza, quanto nella costruzione delle liste, perché un ruolo importantissim lo svolgerà il voto di preferenza che qui è alla base di ogni elezione. Liste forti e competitive infatti faranno da traino al candidato e non viceversa.

La destra losa ed ha schierato tutti i propri uomini di punta. La sinistra invece sembra orientata, in pieno vecchio stile, a costruire liste in cui 4 o 5 candidati si giocheranno i posti disponibili all’ARS, mentre tutti gli altri faranno da riempilista. Così facendo l’unico obiettivo che si potrà aggiungere sarà quello di salvaguardare piccole fette di potere per alcuni notabili.

E’ necessario invece mettere insieme liste molto forti per provare a dare la spinta giusta a Rita Borsellino che, con il proprio valore aggiunto, potrebbe ottenere una storica vittoria”

Una vittoria storica, di civiltà, aggiungiamo noi, e di progresso, contro le mafie, contro il malaffare.

Il nostro appello va a tutti i cittadini siciliani onesti, a tutti gli italiani che avvertono un’esigenza di cambiamento:

MOBILITIAMOCI TUTTI PER LA VITTORIA DI RITA BORSELLINO PERCHE’ LA SUA SARA’ LA VITTORIA DI TUTTI GLI ITALIANO ONESTI!!!

Archivi