Lettera ad un vero combattente,l’urlo di un Testimone di Giustizia  di fronte ad uno Stato che non c’é piu’ e che si é arreso alla mafia.

Lettera ad un vero combattente,l’urlo di un Testimone di Giustizia  di fronte ad uno Stato che non c’é piu’ e che si é arreso alla mafia.

Caro Elvio è una guerra credimi una guerra sono crollati tutti i ruoli .

Non ci si può fidare più di nessuno .

Anni fa erano anche visibile ad occhio nudo ma oggi si sono abilmente infiltrati in ogni istituzione .

Hanno con i soldi sporchi di sangue comprato silenzi aggiustato processi corrotto chi avrebbe dovuto arrestarli.

Oggi le mafie hanno il vestito e hanno deposto la “coppola” ma sanno qual è  momento di uccidere.

Molti Prefetti espressione di quel Ministero del Viminale che controlla tutto e tutti ma troppo spesso è silente …dicevano che la mafia non esiste che trattasi di fenomeno di band criminali.

Caro Elvio il popolo é stanco e oramai rassegnato i ns figli vivranno tra breve la legittimazione delle Mafie .

Il business criminale ci circonda tra centri commerciali alla sanità pubblica costoro hanno costruito le più grandi “lavanderie ” per pulire fiumi di denaro .

Uno Stato che ignora i fondamentali diritti di civiltà e non protegge il suo popolo dalle mafie che Stato è?

Una politica che ha resettato dal proprio lessico la frase lotta alle mafie che politica è?

Caro Elvio io non dimentico le notti passate insonni e seduti in cucina a discutere di come contrastare le mafie ma credimi sono stanco e non vedo la “vittoria”

 

Archivi