Lettera a Prodi, Damiano e Padoa Schioppa per i mutui ipotecari INPDAP

Latina, 20 aprile 2007

Al Presidente del Consiglio dei Ministri – ROMA
Al Ministro del Lavoro – ROMA
Al Ministro del Tesoro – ROMA

OGGETTO: erogazione mutui ipotecari ristrutturazione prima casa da parte dell’INPDAP

E’ una decisione di una gravità eccezionale quella assunta in queste settimane dall’INPDAP in materia di concessione di mutui ipotecari per la ristrutturazione o l’acquisto della prima casa da parte degli iscritti alla Gestione Unitaria delle Prestazioni Creditizie e Sociali dell’Istituto; una decisione che, al di là delle considerazioni di natura giuridica e costituzionale, avrà sicuramente delle ricadute negative, oltreché sul piano sociale, anche sul piano economico.

L’INPDAP, infatti, ha riconosciuto fino al 3 aprile u. s, il diritto ai predetti iscritti ad ottenere tali mutui non solo per l’acquisto, ma anche per la ristrutturazione della prima casa, per tutto l’anno 2007.

Sul modulo diffuso sul sito web, modulo che riproduce la domanda che gli aventi diritto debbono fare all’Ente, infatti, sono riportati tutti e 4 i trimestri dell’anno in corso in cui gli iscritti possono fare richiesta.

Ciò ha creato molte attese da parte di cittadini che avevano già cominciato a preparare la documentazione richiesta ai fini dell’ottenimento del mutuo per la ristrutturazione della propria unità immobiliare.

All’improvviso, però, senza alcun preavviso ed alcuna pubblicizzazione, l’INPDAP ha diramato una circolare con la quale comunica alle sue Sedi periferiche che il diritto all’ottenimento del mutuo è riservato solamente per l’acquisto-e non più per la ristrutturazione-della prima casa.

Un grosso regalo, questo, ai soli costruttori, fra i quali potrebbero nascondersi soggetti collegati alla criminalità organizzata, e che danneggia le fasce deboli dei cittadini del nostro Paese.

La scrivente Associazione chiede al riguardo un intervento urgente delle SS. LL. tendente ad ottenere la revoca di tale grave provvedimento, con il ritorno conseguente alle vecchie direttive che riconoscevano il diritto anche a coloro che vogliono ristrutturare la propria casa.

Si resta in attesa di un cortese cenno di assicurazione al riguardo e distintamente si saluta

IL SEGRETARIO REGIONALE
Dr. Elvio Di Cesare

Archivi