Le richieste dell’Associazione Caponnetto per far fronte alle violenze a Napoli delle babygand

A NAPOLI  CON  QUESTA STORIA DELLE  BABYGANG  E’  GUERRA  E LE GUERRE SI FANNO CON  MEZZI  ED  UOMINI ADEGUATI.

NON  CON  I BLA BLA ED I QUAQUARAQUA’ !!!!

 

l’ALTRA SERA UN AMICO  CI  HA  DETTO  CHE  IL FIGLIO  DI 20 ANNI  UN MESETTO  FA E’  USCITO DI CASA  ED E’  RITORNATO  CON UN COLPO DI CACCIAVITE  ALLA SPALLA.

E’ GUERRA E LE GUERRE  SI FANNO  NON CON LA BAIONETTA  ED I BLA BLA COME AVVIENE SEMPRE.

ALLORA SUBITO,AD HORAS,NON DOMANI :

1) ORDINANZA  DEL  QUESTORE CHE  VIETA LA PROIEZIONE DI TUTTI  I FIM  CHE ECCITANO I FORSENNATI;

2) COORDINAMENTO DELLE FORZE DELL’ORDINE  NELLA LOGICA DEL  ” MODELLO CASERTA  “;

3)  SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA PER TUTTA NAPOLI.

 

QUESTO AD HORAS.

 

PER TUTTO IL RESTO NE PARLIAMO AD UN CONVEGNO CHE ORGANIZZEREMO  CON LE MAMME,I PRESIDI,I MAGISTRATI E TUTTI GLI ALTRI PER DOPO LE ELEZIONI ,A MARZO,PRONTI AD INGAGGIARE LA BATTAGLIA ANCHE IN SEDE PARLAMENTARE E CON IL NUOVO GOVERNO.

FORMALIZZEREMO LA RICHIESTA IN SEDE UFFICIALE CON UNA NOTA A MINNITI,IL PREFETTO ED IL QUESTORE.

 

ASSOCIAZIONE CAPONNETTO

Archivi