Le responsabilità politiche. In galera i politici corrotti e collusi con le mafie. Se non si fa questo, sono tutte chiacchiere. Le operazioni “Damasco” e “Formia Connection”

IN GALERA I POLITICI CORROTTI E COLLUSI CON LE MAFIE! SE NON SI COLPISCONO I LIVELLI POLITICI ED ISTITUZIONALI, LA LOTTA ALLE MAFIE E’ SOLO UN GIOCO!

La vicenda Fondi è stata inquietante soprattutto perché ha messo in evidenza ancora una volta la riluttanza di una parte della classe politica a colpire veramente le mafie.

Mafie che – lo ripetiamo per l’ennesima volta – trovano proprio in parte della politica e delle istituzioni sponde e coperture.

Le indagini della Magistratura e delle forze dell’ordine debbono, pertanto, puntare a mettere alla luce quelle coperture.

Ci troviamo completamente concordi con le affermazioni fatte dal PM Nicola Gratteri ieri sera a “Che tempo che fa” circa l’inutilità di convegni, appelli, dichiarazioni, corsi ecc.. E’ nel mondo della politica che bisogna andare a scavare e bonificare. Le chiacchiere non servono.

Mentre Sagunto brucia, a Roma si discute.

Dalle indagini da noi fatte e che stiamo facendo in alcuni importanti comuni del Lazio, sono emersi e stanno emergendo fatti di una gravità allarmante.

Sapevamo che piovesse, ma non che diluviasse.

C’è un groviglio di interessi, un intreccio fra soggetti appartenenti alla criminalità organizzata ed al mondo della politica e delle istituzioni davvero inquietanti.

Connivenze, omissioni, silenzi, comportamenti compiacenti diffusissimi.

E’ atto criminale far finta di niente o, peggio, continuare a negare l’evidenza, come fanno taluni, sul cui comportamento bisognerebbe indagare per scoprirne le ragioni.

Le dichiarazioni che stanno rilasciando ai PM della DDA taluni individui coinvolti nell’operazione “Damasco” di Fondi, pubblicate in questi giorni dalla stampa, stanno facendo emergere uno stato delle cose ancora più grave di quello che noi stessi conoscevamo o immaginavamo.

Non è la prima volta che in provincia di Latina emergono situazioni che vedono un solido, perverso intreccio politica-mafia.

Basta andare a rileggersi gli atti e, soprattutto, le intercettazioni (a proposito, a che punto stanno i procedimenti giudiziari??? perché non se ne parla più? ), dell’operazione “Formia Connection” per capire come pezzi significativi della politica siano fortemente inquinati.

Sentiamo, con rabbia, personaggi coinvolti in quell’operazione -ed anche nelle altre- parlare in continuazione di legalità e di problemi della collettività.

E’ veramente vergognoso!

Archivi