.Le preoccupazioni dell’Associazione Caponnetto in relazione al “patto” che sarebbe intervenuto in una villa di Gaeta dei Servizi fra Casalesi ed uomini delle istituzioni.Prossima un’interrogazione parlamentare al Ministro degli Interni tesa ad ottenere le opportune assicurazioni.

ANCORA SUL PATTO  CASALESI -STATO  IPOTIZZATO  DA ” IL MATTINO ” ED ALTRI GIORNALI

 

 

 

Abbiamo voluto  ricostruire in questi giorni  di festa ,con una carrellata di servizi,benché datati, sul  “patto” che sarebbe intervenuto ,secondo Il Mattino ed altri giornali ,in una villa dei Servizi a Gaeta fra  esponenti della camorra e dello Stato,per far comprendere a tutti  quanto sia delicata e complessa  la situazione esistente nel sud pontino e nel Basso Lazio più in generale dove la camorra e la ndrangheta  fanno il bello ed il cattivo tempo in un quadro di quasi totale impunità contrastata solamente dalle due DDA di Roma e di Napoli.

I due episodi gravissimi da noi  ripresi  e che riguardano il primo la rimozione  del Commissario aggiunto della Questura di Latina  impegnato a svolgere  inchieste  complesse contro la criminalità organizzata ed il secondo quella   del dirigente del Commissariato di Cassino potrebbero  essere “letti” come  facenti parte di un eventuale,anche se involontario,piano  di  destrutturazione delle strutture in campo locale  che ,insieme alle vecchie notizie  circa il presunto “patto” che sarebbe intervenuto fra i Casalesi ed uomini dello Stato in una villa di Gaeta dei Servizi, potrebbe  disegnarci  un “quadro” davvero preoccupante. 

Per fugare ogni  ombra al riguardo,ci premureremo di far  portare la questione in Parlamento al fine di  ottenere gli opportuni chiarimenti da parte del Ministro degli Interni perché non é più possibile che,se non intervenissero  le DDA di Roma e di Napoli ed i Corpi speciali -la DIA,il GICO-il ROS,lo SCO ,da Roma o da Napoli ,che distano entrambe un centinaio di chilometri  dalle province di Latina e di Frosinone ,nel Basso Lazio di lotta alle mafie  non si parlerebbe nemmeno  o quasi.

Archivi