Le polemiche insorte tramite Facebook a seguito degli allagamenti avvenuti a Gaeta evidenziano le resistenze della maggior parte dei cittadini di Gaeta ad una maggiore collaborazione con la Magistratura.Tutti si lamentano ma nessuno denuncia !!!!!!

Questa mancata collaborazione  con la Magistratura é la causa di tanti fenomeni che  stanno alla base  di una presunta disattenzione dell’Autorità Giudiziaria anche per quanto riguarda la presenza e le attività mafiose.
Quando mancano su un territorio i sensori e nessuno denuncia,dilagano le illegalità ed il crimine.
La Magistratura non può avere occhi dovunque  e né é in grado,da sola, di  affrontare e risolvere tutti i problemi.
Paolo Borsellino ha insistito molto nell’evidenziare questo aspetto quando sosteneva che  é un errore imperdonabile il pensare che tutto il peso della lotta alle mafie  ed alle illegalità debba gravare sulle sole spalle della Magistratura e delle forze dell’ordine.
Ogni cittadino perbene ha il DOVERE di collaborare con esse segnalando,informando,fornendo piste investigative.
Orbene,se uno,pur mostrando un minimo di sensibilità ai problemi generali della società nel lamentarsi su Fb e denunciare pubblicamente probabili fatti illeciti,non ha il coraggio di spingersi più in là del lamento,mostra di essere succube di una sorta di subculltura della sudditanza tipica delle società non evolute.
Un quadro con componenti storiche,culturali,sociologiche complesso ed articolato in una città ed in un territorio sottoposti storicamente a monarchie e don che ne hanno di fatto impedito uno sviluppo sociale completo fino all’acquisizione di una coscienza da CITTADINO.
Chi si trova ad  operare nel settore della difesa della Giustizia e della legalità ne subisce tutte intere le conseguenze con la sua solitudine e le mille difficoltà a questa riferibili.
Archivi