“Le basi morali dell’evasione fiscale” (Armando Editore, 2008), un libro da leggere

Riceviamo e pubblichiamo :

Cara Associazione “Antonino caponnetto”,
mi chiamo Andrea Leccese. Desidero segnalarvi il mio saggio “Le basi morali
dell’evasione fiscale” (Armando, 2008), uno scritto che può essere utile nel
difficile cammino verso una più ampia condivisione dei valori della nostra
preziosa Carta Costituzionale. Un libretto che può servire alla diffusione
della cultura della legalità.
A proposito di informazione, nello scritto viene peraltro sottolineata
l’indignazione per il vergognoso silenzio sulla morte inquietante di Fedele
Conti.

Sintesi In Italia, ogni anno sfuggono al Fisco oltre 100 miliardi di Euro:
un danno incommensurabile per la finanza pubblica. Quali sono le cause di
una così massiva evasione, assolutamente incompatibile con l’essenza della
democrazia? E perché l’infedeltà fiscale viene considerata una colpa lieve,
se non addirittura un motivo d’orgoglio? Il saggio “Le basi morali
dell’evasione fiscale” è un tentativo di dare delle risposte a questi
quesiti. Ne risulta un quadro desolante di arretratezza socioculturale, che
ancora attanaglia, purtroppo, il nostro Paese. Già alla metà del secolo
scorso, infatti, il sociologo americano Banfield individuò nel familismo
amorale il difetto della società italiana. Dopo più di mezzo secolo, poco o
nulla è cambiato: gli Italiani continuano a distinguersi per il loro scarso
senso civico; certo non si è realizzata quella riedificazione morale tanto
auspicata da Ezio Vanoni. Nel saggio si evidenzia il desiderio, dell’autore
come di molti altri italiani, di ritornare, nella condivisione dei valori
espressi dalla Carta Costituzionale, ad un proficuo rapporto tra lo Stato e
il cittadino, fondato sulla fiducia nelle Istituzioni, e ispirato ai motivi
ideali di Patria e di Democrazia.

Finora lo scritto è stato presentato, il 10 marzo 2008, con Corrado Augias,
durante la trasmissione “Le storie” (Raitre); il 24 giugno 2008, a Roma, con
le associazioni Ardep, Uciim e Aidu; il 6 ottobre, al Comune di Firenze, con
le associazioni Demosagorà e ART. 53; il 21 ottobre 2008, a Tortoreto (TE),
nell’ambito del Premio Nazionale “Paolo Borsellino”; il 20 dicembre 2008, a
Sesto Fiorentino, con Leoluca Orlando.

Cordiali saluti e Auguri!

Andrea Leccese

Archivi