Lazio – Le ‘armi’ della cultura per sconfiggere le mafie

on solo il lavoro della magistratura e delle forze dell’ordine, ma anche l”arma’ della cultura e’ fondamentale per sconfiggere le mafie. Se ne e’ discusso oggi pomeriggio durante la terza giornata della ‘Settimana per la legalita”, promossa dalla Regione Lazio e in corso al Piccolo Eliseo. Al dibattito e’ intervenuto Rosario Crocetta, sindaco di Gela, piu’ volte minacciato dalla mafia e capace di ottenere alle ultime elezioni il 65% dei voti nella sua citta’: ”Le istituzioni hanno il dovere di fare iniziative di questo genere, che coinvolgono i giovani, ma hanno anche il dovere di dare piu’ segnali. Il presidente della regione Lazio Marrazzo fa da sempre una lotta per la legalita’ – ha aggiunto Crocetta – in prima linea, ma questo purtroppo non e’ lo ‘standard’ che vige nel nostro Paese”. Secondo Crocetta, e’ necessaria una nuova ‘stagione’ di impegno contro la criminalita’ organizzata: ”La lotta alla mafia e’ a volte sottovalutata, non si puo’ fare solo con la memoria, ma anche mettendo in evidenza i risultati positivi che si raggiungono. E’ necessaria – ha proseguito – un”antimafia’ che crei ottimismo, che costituisca una possibilita’ di vittoria, che e’ possibile aiutando ancora di piu’ la magistratura e le Forze dell’ordine”. Crocetta ha lanciato, quindi, una proposta allo Stato: ”Lo Stato dovrebbe premiare, anche dando incentivi economici e sgravi fiscali, quei cittadini che si rivolgono alle Forze dell’ordine per denunciare il ‘pizzo”’.

(tratto da Libero News)

Archivi