LAZIO. DI LIEGRO: SI A ISTITUZIONE AGENZIA PER BENI CONFISCATI A MAFIA

Lazio, 10 dic – ”La proposta formulata dal ministro degli Interni Maroni di istituire un’Agenzia per i beni sequestrati e confiscati alle mafie, mi sembra un’azione ormai necessaria per portare avanti, coi fatti, una lotta incisiva su tutto il territorio nazionale”, dichiara Luigina Di Liegro, assessore alle Politiche sociali e delle sicurezze del Lazio.

”La Regione Lazio – prosegue l’assessore – ha gia’ messo in atto quella che per il Governo e’ ancora una proposta. Il 30 settembre scorso, infatti, il Consiglio regionale, primo in Italia, ha approvato all’unanimita’ l’Agenzia regionale per i beni confiscati alle organizzazioni criminali nel Lazio (Abecol), che sara’ uno strumento per trasformare la ricchezza delle mafie in un’opportunita’ di inclusione e sviluppo sociale per i cittadini. L’Agenzia – continua Di Liegro – avra’ la funzione di coordinare le politiche di assegnazione dei beni confiscati, di monitorarne l’utilizzo e di contribuire a rimuovere tutti gli ostacoli burocratici che impediscono la piena fruibilita’ degli stessi da parte delle associazioni e piu’ in generale della cittadinanza.

E’ inaccettabile, quindi, che all’azione fattiva di regioni come la nostra e delle associazioni impegnate in questo settore, il Governo risponda con un emendamento alla finanziaria che permettera’ di restituire alla mafia, con la vendita all’asta, i beni confiscati alle associazioni criminali stesse. Si rischia – conclude Di Liegro – in questo modo, di vanificare il lavoro coordinato di tutte quelle forze politiche, delle Istituzioni e delle associazioni, che con impegno stanno portando avanti strategie di prevenzione e di contrasto alla criminalita”’.

(Tratto da ASCA)

Archivi