L’assenza del Prefetto di Latina nella seduta del Consiglio Comunale di Fondi in cui si parlerà di ripristino della legalità e di lotta alle mafie. Che brutto segnale!!!

SIAMO STATI FACILI PROFETI: NON AVREMO MAI PIU’ PREFETTI DEL LIVELLO E DELLO SPESSORE DI BRUNO FRATTASI!

Più unici che rari.

Prefetti del livello e dello spessore di Bruno Frattasi e Carlo Mosca sono stati più unici che rari.

Servitori dello Stato, che hanno avuto e mostrato senso delle Istituzioni, di quelle vere per le quali si sono battuti e sono morti i nostri padri costituenti e centinaia di migliaia di nostri genitori e nonni che hanno donato la propria vita per darci spazi di democrazia e di giustizia, dopo secoli di servitù.

A noi tutti, popolo di ingrati, dalla memoria corta, visivamente, talvolta, disposti al vassallaggio.

Ma noi non perdiamo la speranza di un sussulto di orgoglio improvviso di fronte alle miserie morali e materiali provocate da classi dirigenti avide di potere e di soldi.

Fondi, un capitolo emblematico e drammatico di un territorio dove si misurano le dimensioni di uno Stato sofferente e debole e di chi lo rappresenta.

Noi auspichiamo un ripensamento da parte dell’attuale Prefetto di Latina, che, invitato a partecipare alla seduta del Consiglio Comunale in cui si discuterà di ripristino della legalità dopo le tante operazioni di polizia che l’hanno bollata, purtroppo, come città devastata dalle mafie, ha detto no.

Nessuno avrebbe chiesto a questo Prefetto di parlare.

Sarebbe bastato che ascoltasse. Solamente.

La sua presenza a quella seduta sarebbe stata letta come un’attestazione della presenza dello Stato.

Ecco, lo Stato c’è, pronto a combattere la mafia e le mafie.

Questo avrebbe significato la sua presenza, anche se silenziosa.

E questo, a quanto sembra, non ci sarà.

Purtroppo…!!!

Che brutto segnale!!!

Archivi