L’Assemblea del 20 febbraio. una svolta storica per la nostra Associazione. Il patto con “Libereterre” della Sicilia

UNA SVOLTA STORICA PER LA NOSTRA ASSOCIAZIONE

La rappresenterà l’Assemblea del 20 febbraio p.v.

Per due motivi:

1) perché lo impone la situazione che vede la nostra regione sempre più sotto il tallone delle mafie;

2) perché fra le persone che comporranno il futuro Consiglio Direttivo ce ne sono di… ”toste”, con larghe esperienze, anche istituzionali e politiche alle spalle e che –alcune di esse – conoscono in faccia la mafia, come Ignazio Cutrò.

Sia chiaro una buona volta per tutte che a noi non interessano la eventuale appartenenza e militanza politica di ogni singolo nostro dirigente né il colore della tessera di partito che ognuno porta in tasca.

L’ASSOCIAZIONE E’ APARTITICA E NON E’ AL SERVIZIO DI CHICCHESSIA, DESTRA, SINISTRA E CENTRO!

L’impegno che ogni suo dirigente deve assumere è quello di NON confondere MAI le due dimensioni, quella politica e quella associativa, tenendo sempre presente che le mafie stanno a destra, come a sinistra ed al centro.

Il patto che Domenica 20 febbraio decideremo di stipulare con l’Associazione siciliana “ Libereterre” di Ignazio Cutrò, che ne è il Presidente e che, al contempo, sarà anche il nostro Presidente onorario, significa che da lunedì 21 febbraio le due Associazioni marceranno unite, in Sicilia e nel Lazio.

In realtà geografiche più ampie e diverse, ma dove con le mafie il contatto è ugualmente faccia a faccia.

Gente “ tosta”, abbiamo detto, che sa cos’è la mafia, per averla conosciuta stando in trincea e non solo sui libri o sui giornali e sa anche come combatterla.

Osservando con attenzione tutto quello che avviene sul territorio, ascoltando la gente, annotando, facendo ricerche negli archivi delle Camere di Commercio e dei Catasti, costituendo ognuno sul proprio territorio una rete di persone, magari estranee all’Associazione, ma che ti aiutino a investigare, a scavare.

La nostra ambizione è quella di diventare sempre più significativi, incisivi nella lotta contro il crimine e le mafie.

Mafie soprattutto economiche e politiche.

Archivi