l’ANTIMAFIA DI CARTONE MENTRE LA MAFIA SI IMPADRONISCE DI TUTTO.

Un appello accorato a tutti.La mafia si sta impossessando di tutto e non si può restare a guardare facendo solo chiacchiere.Va aiutata la Magistratura,ma con azioni concrete,nomi e cognomi.

L'”ANTIMAFIA”  DI CARTONE MENTRE LA MAFIA SI

IMPADRONISCE DI TUTTO

 

AMICI,QUA PIU’ PASSA TEMPO E PIU’ APPARE EVIDENTE

ANCHE  AI CIECHI CHE  IL DISCORSO SULLA MAFIA E

SULL'”ANTIMAFIA ” E’ ECLUSIVAMENTE  ” POLITICO”!!!!!!

 

 

Il ruolo dei Prefetti e di chi li gestisce!

Ce ne sono pochi in Italia di quelli che applicano le leggi e

fanno quello che sono obbligati a fare.

E   quei pochi vengono subito emarginati e rimossi,come

Mosca  a Roma,Frattasi a Latina e qualche altro.

Ma dov’é il ruolo di vigilanza e di prevenzione che

dovrebbero svolgere i Prefetti ?

Venezia,Milano,Roma e tante altre province d’Italia.

Invase dalle mafie che si accaparrano

appalti,subappalti,forniture di servizi , di materiale e di

interdittive se ne sono  viste e se ne  vedono poche e

niente,mentre nessuno lo denuncia.

Addirittura nella Capitale abbiamo dovuto leggere

dichiarazioni che  la qualificano come

“la città più sicura d’Italia “!!!!!!!!!!!!!!………………

Una vergogna!!!!!!!!!!!

E nessuno ha protestato,nessuno ha chiesto o adottato un

provvedimento di rimozione immediata della persona che

ha pronunciato quelle parole!!!!!!!!!

Ma che razza di “antimafia” si é abituati  a fare e si vuole

fare ?

Un'”antimafia” di chiacchiere,di parole vuote,di cose non

vere ,di falsità ,ignorando di domandarsi il “perché” le

mafie stanno prendendo il sopravvento e stanno

spazzando lo Stato-Stato,quello Stato di diritto che

autorizza o meno a definirsi una nazione civile e

democratica.

Si é indebolita la legislazione,si priva la magistratura della

possibilità   di   svolgere un’azione efficace ed “alta” contro

le vere mafie,mentre si  autorizzano implicitamente gli

apparati dello Stato a non fare quello che dovrebbero fare.

E tutti zitti,a parlare solamente di cose passate,di

sociologia,di politica spicciola,favorendo chi  NON  parla

dei problemi reali,di omissioni,di eventuali collusioni,

……chi “non rompe le scatole”,non denuncia,nomi e

cognomi.

La situazione ,amici,é grave ,gravissima e non c’é più

tempo da perdere.

Le chiacchiere non servono a niente .

Non si può continuare a gravare tutto sulle sole spalle dei

Magistrati.

Bisogna aiutarli con azioni concrete.

La mafia é nello Stato,nei partiti ed a ognuno di noi,di voi,si

impone il  DOVERE morale,civile,giuridico di fare delle

scelte definitive.

Chi non denuncia fatti concreti,nomi e cognomi ed aiuta

concretamente la Magistratura inquirente non fa

antimafia.

Fa altre cose.

Sbrighiamoci tutti  perché si sta correndo il rischio di

diventare tutti complici dell’avvento definitivo e totale

delle mafie.

L’Italia si sta trasformando sempre di più in un paese

criminale.

Per colpa di ognuno di noi !

 

Archivi