L’Amministrazione Provinciale di Latina contesta quanto accertato da forze dell’ordine, magistratura e Parlamento sulla presenza mafiosa in provincia? Un invito alla Guardia di Finanza

L’AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LATINA AVREBBE COMMISSIONATO AD UNO STUDIO LEGALE PRIVATO UN’INDAGINE SULLE PRESENZE MAFIOSE IN PROVINCIA. SE VERO, NON SI TRATTA DI USO IMPROPRIO DI DENARO PUBBLICO?

VERIFICHINO LA GUARDIA DI FINANZA, LA PROCURA DELLA REPUBBLICA E QUELLA REGIONALE DELLA CORTE DEI CONTI

Apprendiamo dalla stampa che l’Amministrazione Provinciale di Latina avrebbe commissionato ad uno studio legale privato un’indagine sulla consistenza della presenza mafiosa sul territorio pontino.

La notizia, se fondata, farebbe rabbrividire in quanto rivelerebbe una sfiducia disarmante verso l’operato delle forze dell’ordine, della Magistratura e del Parlamento che da anni stanno indagando e pubblicando fior fiore di relazioni e rapporti che provano quanto sia radicata la presenza della criminalità organizzata sul nostro territorio.

Apparirebbe, pertanto, abbastanza insensata la decisione di spendere parecchi milioni per… verificare quanto è già stato accertato dallo Stato. Milioni che, ovviamente, dovranno pagare i cittadini tutti.

Non è, quindi, opportuno che Guardia di Finanza, Procura della Repubblica di Latina e Procura Regionale della Corte dei Conti vadano a dare un’occhiata alle carte?

Archivi